Sicilia, le aziende ittiche chiedono chiarimenti sulla pesca del novellame

La pesca del novellame (bianchetto) e’ stata il tema dell’incontro tra l’assessore regionale alle Risorse agricole e alimentari, Elio D’Antrassi, il dirigente generale Salvatore Barbagallo e una delegazione delle organizzazioni dei pescatori. Il confronto ha interessato le possibili soluzioni dopo l’emanazione del decreto ministeriale che limita la pesca del novellame. Il pronunciamento della Commissione europea e’ atteso il 15 febbraio, una data pero’ tardiva rispetto al naturale periodo di cattura (1 gennaio-31 marzo). Ecco perche’ i pescatori hanno manifestato l’esigenza di avviare l’attivita’ della pesca impedita dalla direttiva. L’assessore D’Antrassi si e’ impegnato a incontrare gli organi ministeriali e il Commissario europeo della pesca per consentire l’attivita’. L’assessore ha, inoltre, annunciato sostegno al Piano proposto a livello nazionale e comunitario attivando i propri uffici per risolvere il problema che investe oltre 330 piccole imprese di pesca in Sicilia e coinvolge oltre un migliaio di pescatori. ”La questione – dice D’Antrassi – e’ molto seria sul piano sociale, in considerazione del fatto che i pescatori siciliani hanno subito molte limitazioni a causa delle nuove regolamentazioni europee ma anche a causa di sopraggiunte calamita’ naturali. Il governo regionale e’ ben consapevole dello stato di grave disagio delle categorie e si rende interprete delle richieste di oggi”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.