Sicurezza alimentare: controlli straordinari dei Nac

In concomitanza con la stagione estiva i NAC, Nuclei Antifrodi Carabinieri del Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari hanno intensificato le attività di vigilanza sulle produzioni agroalimentari ottenendo risultati importanti.
In Liguria ed Emilia Romagna sono stati sequestrati 2600 litri di olio extravergine d’oliva con etichettatura ingannevole e alcuni esercenti della riviera veneta, romagnola e ligure sono stati sanzionati perchè proponevano al consumo olio d’oliva in contenitori non etichettati.
A conclusione di un’operazione durata diversi mesi sono state invece sequestrate 5 tonnellate tra salse e dolciumi che in etichetta indicavano l’utilizzo di Pistacchio Verde di Bronte DOP, mentre in realtà venivano impiegati pistacchi di origine greca, siriana e californiana. Gli alimenti erano prodotti da un’azienda del catanese e sono stati individuati in una catena della grande distribuzione con sede amministrativa in provincia di Bologna.
L’Autorità Garante per la Concorrenza e per il Mercato è stata interessata per un caso di comunicazione commerciale ingannevole che ha riguardato la commercializzazione anche nella grande distribuzione organizzata di conserve di pomodoro con il marchio registrato di una nota zona geografica della Campania, quando in realtà, con caratteri più piccoli e non facilmente leggibili, si trattava di pomodori prodotti in altra Regione, e attivata per la commercializzazione nella GDO di “filetti di merluzzo” pubblicizzati come di provenienza mediterranea quando in realtà ai controlli dei NAC sono risultati provenienti dall’Atlantico.
Nelle province di Napoli, Salerno, Caserta e Avellino, i NAC hanno sequestrato presso alcuni supermercati, confezioni di formaggio e tranci di mortadella evocanti in etichetta i marchi DOP del Grana Padano DOP, Caciocavallo Silano DOP e Mortadella IGP, senza le previste autorizzazioni. Inoltre nel salernitano, in un caseificio, sono state sequestrate numerose buste per il confezionamento di prodotti alimentari indicanti la falsa evocazione della Mozzarella di Bufala Campana DOP.
Sotto la lente dei NAC anche il il falso Made in Italy prodotto all’estero. Il Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari ha infatti attivato la rete di cooperazione internazionale di Interpol per contrastare la commercializzazione in Danimarca di un falso “Amarone della Valpolicella DOC” la cui etichetta “clonava” quella di una nota azienda veneta.

Un Commento in “Sicurezza alimentare: controlli straordinari dei Nac”

Trackbacks

  1. Sicurezza alimentare: controlli Nac, violazioni per 16 mln – AGI – Agenzia Giornalistica Italia | Consulente Sicurezza

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.