Slow Fish: allarme per i tonni in arrivo dal Golfo del Messico

La tragedia ambientale della piattaforma petrolifera Deep Water nel Golfo del Messico potrebbe avere entro breve tempo effetti negativi anche sui mari italiani quando i tonni che oggi svernano nelle acque messicane inquinate dal petrolio arriveranno nel Mediterraneo. L’allarme e’ stato lanciato oggi a Torino a Slow Food da Silvio Greco, presidente del Comitato Scientifico di Slow Fish e dirigente di ricerca Icram. Greco ha anche fissato la data del possibile pericolo, maggio del prossimo anno quando i tonni che ora riposano nelle acque del Golfo del Messico avranno attraversato l’oceano Atlantico, superato Gibilterra e raggiunto il Mediterraneo: ”oltre al petrolio, l’inquinamento e’ provocato da alcuni prodotti usati per eliminarlo dalla superficie del mare – ha detto Greco -. I pesci avranno probabilmente subito le conseguenze di inquinamento che ha colpito in primo luogo i microorganismi contaminando il resto della catena alimentare. A maggio i tonni saranno qui e non sappiamo in quali condizioni”. (ANSA).

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.