Slow Food lancia l’anagrafe della biodiversità


Un’anagrafe della biodiversità per difendere la varietà delle specie animali e vegetali, anche quelle di casa nostra. A Cheese, la rassegna internazionale sulle ‘Forme del latte’ in corso Bra, Slow Food rinnova una delle sue tante battaglie. “Agricoltura intensiva e la mancanza di rotazione delle colture – è stato sottolineato – sono tra le principali cause della perdita di biodiversità alimentare e selvatica. I mari sono sempre più poveri, nei cieli sono sparite molte specie di uccelli, ma la politica latita e le grandi multinazionali tengono tutti sotto scacco”. La tendenza si può invertire con “una radicale riforma della Pac (la politica agraria della Ue, ndr)”, ma la responsabilità di chiedere cambiamenti “deve essere sentita soprattutto dalla società civile”, ha sostenuto Hannes Lorenzen, senior advisor alla commissione Agricoltura e Sviluppo del Parlamento europeo. Susanna Cenni, deputata del Pd e membro della commissione agricoltura della Camera, ha illustrato la sua proposta di legge per la protezione della biodiversità, redatta in collaborazione Slow Food: “In questo periodo di crisi – ha sottolineato – è fondamentale che che le riforme vertano sui temi quali salute, alimentazione e ambiente. Gli obiettivi sono difendere le risorse genetiche autoctone animali e vegetali, tutelando il diritto delle comunità locali e costituendo un’anagrafe delle biodiversita”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.