Slow Food: nell’Arca del gusto mille microproduzioni da salvare


A ciascuno i suoi tesori. Se Noé sull’arca ha caricato tutte le specie animali, uomo compreso, Slow Food, in occasione di Terra Madre Armenia, ha raggiunto quota mille nella sua ‘Arca del gusto’ portando virtualmente a bordo l’albicocca Shalakh coltivata alle pendici del Monte Ararat. Si tratta, sottolinea l’associazione di Bra in una nota, del “millesimo passeggero da salvare” L’albicocca della varietà Shalakh è stata inserita ufficialmente nell’elenco dei prodotti da salvare della Fondazione Slow Food per la Biodiversità in occasione di Terra Madre Armenia, che ha visto lo scorso 6 agosto una sessantina di delegati riuniti presso l’Università di Agraria di Yerevan, per discutere di biodiversità, filiere corte ed educazione al gusto. Fino a oggi, l’Arca ha raccolto ‘passeggeri’ in 60 Paesi diversi: dagli Stati Uniti con il bisonte delle grandi pianure americane al Brasile con il frutto della passione della Caatinga, dall’Australia con il miele di leatherwood, un albero endemico della Tasmania, al Giappone con i zazamushi (larve di insetto). In Italia figurano 433 prodotti, come l’asino di Pantelleria, il cedro liscio di Diamante o il vino sciacchetrà delle Cinque Terre. La scelta dell’albicocca Shalakh, sottolinea l’associazione della chiocciolina, ha anche un forte valore simbolico, in quanto alle pendici del monte Ararat si incagliò l’arca di Noé dopo il diluvio universale. Con i suoi 5.165 metri di altezza, si trova in territorio turco. Oggi questa varietà di albicocca é ancora presente con alberi che arrivano anche a 70 anni di età, essenzialmente per un utilizzo familiare nella confettura (maraba), mentre il mercato internazionale è invaso da ibridi più produttivi e la vera albicocca Shalakh rischia di scomparire.(ANSA).

Foto da www.terramadre.info

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.