Solo un bambino su due mangia abbastanza verdura


L’allarme sociale per la crescita di una generazione obesa esce in qualche misura ridimensionato dal fatto che, rispetto a cinque anni fa, e’ nettamente migliorato l’approccio dei bambini verso verdure e legumi. E’ quanto evidenzia un’indagine svolta tra 1500 scolari di tutta Italia da Fondazione Bonduelle e Slow Food. L’inchiesta mette anche in evidenza come i genitori siano bravi in teoria sui sani principi dell’educazione alimentare ma di fatto inciampino nella loro applicazione a tavola. Tra le mura domestiche, infatti, i piatti proposti sono piuttosto ripetitivi per composizione e con una quota vegetale disomogenea: quasi assente a colazione, costituita da verdura a pranzo e da frutta a merenda e cena. Inoltre, solo circa la meta’ del campione (49%) dichiara di consumare ortaggi e legumi oltre 4 volte la settimana, mentre il 38% li consuma solo 2/3 volte la settimana. Va sottolineato inoltre che il 63% dei bambini che parlano in modo generico di verdure presenti nei pasti, in realta’ intende riferirsi quasi esclusivamente alle patate (meglio se fritte). Tuttavia, l’istantanea sulle abitudini alimentari e gli stili di vita dei bambini italiani in eta’ scolare offre anche diversi spunti rassicuranti. Rispetto a cinque anni fa, ad esempio, e’ cresciuto l’indice di gradimento delle verdure. Oggi il 76% del campione dichiara di apprezzare la verdura a tavola, mentre solo il 10% non ne gradisce il gusto. Nel 2005-2006, invece, le verdure e i legumi risultavano sgraditi al 24% dei bambini delle elementari; addirittura, il 63% degli alunni delle scuole medie indicava nell’insalata il piatto meno amato. Un altro aspetto positivo e’ rappresentato dal miglioramento avvenuto nella conoscenza delle verdure da parte delle giovanissime generazioni. L’83% del campione dimostra di saper identificare con sicurezza le varie tipologie di ortaggi. Solo cinque anni fa, il 40% degli scolari non riusciva a riconoscere l’immagine di un carciofo o di un cespo d’insalata. I questionari offrono infine due ulteriori spunti incoraggianti: il 69% del campione trascorre da meno di 1 ora a un massimo di 2 ore al giorno davanti alla televisione. Inoltre il 74% dei bambini svolge attivita’ fisica e il 42% pratica una disciplina sportiva due o piu’ volte a settimana. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.