Sos frutteto italiano: -33% ettari in 15 anni

pesche 5

Rischia di sparire il frutteto italiano, ridotto di un terzo (-33%) negli ultimi 15 anni con la scomparsa di oltre 140 mila ettari di piante di mele, pere, pesche, arance, albicocche e altri frutti. A lanciare l’allarme è il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, alla inaugurazione a Fiera Milano di Fruit Innovation, ricordando che la superficie coltivata a frutta è passata da 426 mila ettari del 2000 agli attuali 286 mila. Il taglio maggiore ha interessato i limoni, con la superficie dimezzata (-50%), seguiti da pere (-41%), pesche e nettarine (-39%), arance (-31%), mele (-27%), clementine e mandarini (-18%). A determinarne la scomparsa, spiega la Coldiretti, è stato il crollo dei prezzi pagati agli agricoltori che non riescono più a coprire neanche i costi di produzione. Un disboscamento delle campagne dovuto quindi all’invasione di frutta straniera, con importazioni che negli ultimi 15 anni sono aumentate del 37%, pari a quasi 2,1 miliardi di chili, ma anche ad una progressiva riduzione dei consumi da parte delle famiglie passato da 244 chili annui del 2000 ai circa 178 chili del 2014, con un taglio del 27%. ”Un trend drammatico – commenta Moncalvo – che ha effetti pesanti sul piano economico e occupazionale per le imprese agricole ma anche dal punto di vista ambientale e per la salute dei consumatori. Da qui la necessità di intervenire per promuovere i consumi sul mercato interno e per sostenere le esportazioni che in quantità sono rimaste pressoché le stesse di 15 anni fa”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.