Specie invasive: lista nera Ue scatta a gennaio 2016. Per Italia lotta a nutria e scoiattolo grigio

nutria
La ‘lista nera’ delle specie ‘aliene’ invasive, animali e piante stranieri che danneggiano gli ecosistemi europei, sarà adottata dall’Ue entro gennaio 2016. Dallo scoiattolo grigio al gambero della Louisiana, l’elenco per ora si ferma a quota 37 specie, di cui almeno 23 presenti in Italia, che avrà un obbligo di attivarsi per il controllo, evitarne la diffusione e attrezzarsi con sistemi di allerta e prevenzione. L’obiettivo dell’Ue è quello di prevenire l’arrivo di potenziali pericoli e limitare gli effetti di quelli già presenti, debellando poi la minaccia quando è ancora possibile. “L’adozione della lista nera da parte della Commissione europea è attesa entro gennaio 2016 – riferiscono fonti comunitarie – e da quel momento scatteranno i divieti automatici di commercio, possesso e trasporto”. Nel caso dell’Italia “una delle specie molto diffuse per le quali sarà necessario mettere a punto piani di gestione e obblighi di controllo è la nutria” racconta Piero Genovesi dell’Ispra, a capo del gruppo di specialisti di specie aliene invasive dell’Iucn (www.issg.org) composto da oltre 200 esperti da 40 Paesi. Un altro caso da affrontare è quello dello scoiattolo grigio americano. Presente soprattutto in Piemonte, ma anche in Lombardia, Liguria e di recente anche vicino Perugia e nel padovano, di lui finora se ne sono interessati soprattutto progetti delle Università finanziati con fondi europei, mentre “ora scatterà l’obbligo di eradicazione per lo Stato” spiega Genovesi. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.