Spesa sana al supermarket, le 10 regole d’oro del Ministero della Salute

>>>ANSA/ VOLA L'INFLAZIONE, PREZZI RECORD PER CARRELLO DELLA SPESA
Per una spesa sana al supermarket arrivano le 10 ‘regole d’oro’ del ministero della Salute, che partono dall’invito a leggere attentamente le etichette dei prodotti. I consigli sono contenuti nell’opuscolo ‘Etichettatura degli alimenti. Cosa dobbiamo sapere’, pubblicato sul sito del ministero. Ecco dunque un decalogo per orientarsi fra gli scaffali del supermercato ed evitare sorprese indesiderate a tavola. – ETICHETTA: è la carta d’identità dell’alimento. Saperla leggere correttamente rappresenta un atto di responsabilità verso il nostro benessere e aiuta ad una sana alimentazione. – ILLUSTRAZIONI: le illustrazioni riportate sulle confezioni sono puramente indicative. Hanno lo scopo principale di richiamare l’attenzione e non sono necessariamente legate all’aspetto reale del prodotto. – INGREDIENTI: attenzione all’ordine degli ingredienti di un prodotto. Gli ingredienti sono indicati per ordine decrescente di quantità; il primo dell’elenco è dunque il più abbondante. – SCADENZA: consumare il prodotto entro la data di scadenza indicata in etichetta. Dopo la scadenza il prodotto può deperire rapidamente e non essere più sicuro per la salute. – TERMINE MINIMO CONSERVAZIONE: non confondere la data di scadenza di un prodotto con il termine minimo di conservazione; se si trova sull’etichetta la dicitura ‘da consumarsi preferibilmente entro…’, il prodotto, oltre la data riportata, può aver modificato alcune caratteristiche organolettiche come il sapore e l’odore ma può essere consumato senza rischi. – PESO: controllare il peso netto/sgocciolato dell’alimento. Spesso si può essere tratti in inganno dalle dimensioni delle confezioni. – ALLERGIE: se si soffre di allergie alimentari, controllare sempre nell’elenco degli ingredienti la presenza di eventuali allergeni. La lista degli allergeni viene periodicamente aggiornata alla luce delle conoscenze scientifiche più recenti. – SURGELATI: mantenere sempre i prodotti refrigerati e quelli surgelati alla temperatura indicata sull’etichetta e riporli, subito dopo l’acquisto, nel frigorifero o nel congelatore. Ricordare che il freddo non uccide i batteri anche se ne rallenta o ne impedisce temporaneamente la crescita. – PESCE: se si compra pesce in pescheria, controllare i cartelli esposti. Accanto al pesce fresco si può vendere anche pesce decongelato, il venditore è tenuto ad esporre le indicazioni obbligatorie, tra cui quelle sulla provenienza. – MATERIALE RICICLATO: a parità di qualità e prezzo preferire gli alimenti confezionati con materiale riciclato/riciclabile; leggendo bene le indicazioni sul materiale utilizzato per il confezionamento o l’imballaggio (AL alluminio, CA cartone, ACC acciaio ecc) si darà una mano alla salvaguardia dell’ambiente.

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.