Spiagge “animal friendly”: Emilia Romagna in testa

La localita’ balneare piu’ virtuosa e’ Rimini, con 13 ‘Bau beach’ o spiagge ‘Animal friendly’: tratti di costa attrezzati e ospitali con i turisti a quattro zampe, che accolgono cioe’ gli animali domestici con i loro ‘padroni’. A tutt’oggi queste spiagge sono una settantina in tutt’Italia, ma e’ l’Emilia Romagna a trionfare con una trentina di splendide spiagge: oltre a Rimini, sei si trovano a Comacchio, quattro a Cesenatico, due a Ravenna, una a testa a San Mauro Pascoli, Riccione, Cattolica. E’ il risultato di un’azione portata avanti con determinazione dal ministero del turismo condotto dal ministro Michela Brambilla. ”Sin dall’inizio del mio mandato – spiega Brambilla, a Peschiera del Garda per l’inaugurazione di un tratto balneare dedicato anche ai cani – ho raccolto moltissime istanze di cittadini che lamentavano il fatto che, nel nostro paese, non vi fosse disponibilita’ alcuna di spiagge dove potessero recarsi con i propri piccoli amici”. ”Un’anacronistica anomalia da correggere al piu’ presto – ha aggiunto – non solo per rendere piu’ facile la vita di coloro che amano gli animali, ma per migliorare la nostra competitivita’ turistica”. Meta dei bagnanti che ”giustamente non vogliono separarsi dai loro beniamini nei momenti di vacanza” anche la Toscana, dove le bau beach sono una decina: per l’esattezza, oltre alle quattro di Piombino, due a Cecina, e poi a Grosseto, Porto Azzurro, San Vincenzo. Subito dopo viene la Liguria, con otto spiagge, la Sardegna, il Lazio, le Marche con quattro ciascuna. Con tre spiagge ‘Animal friendly’, ci sono invece il Veneto, con due la Puglia. Bau beach con punti di ristoro hanno anche tre regioni distanti dal mare quali il Trentino Alto Adige a Ledro, il Piemonte a Dormelletto, la Lombardia a Perledo. La consuetudine di tenere in considerazione i turisti a quattro zampe coi loro padroni e’ data in espansione: il ministero ha infatti predisposto un’ordinanza tipo per la costituzione di aree Animal Friendly destinate agli animali d’affezione. L’ordinanza stabilisce che alla Bau Beach ”possono accedere alla spiaggia esclusivamente i cani regolarmente iscritti all’anagrafe canina”, che ”possono fare il bagno in mare nello specchio acqueo antistante la zona sopraindicata sotto il controllo e con la responsabilita’ del proprietario/detentore” e che ”qualunque deiezione degli animali stessi deve immediatamente essere rimossa a cura del proprietario/detentore munito di paletta/raccoglitore e riposta negli appositi contenitori”. L’azione del ministero, ha detto Brambilla, e’ finalizzata tra l’altro a ridurre il problema degli abbandoni estivi. I Comuni che agevolano l’accesso degli animali domestici negli uffici pubblici, nei pubblici esercizi e sui mezzi di trasporto e nelle spiagge loro dedicate sono individuabili sul sito www.turistia4zampe.it del ministero del Turismo. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.