Stop agli ogm, soddisfatta Confartigianato

”Accogliamo con un grande sospiro di sollievo la decisione assunta in sede di Comitato Agricoltura della Conferenza Stato/Regioni contro l’introduzione delle coltivazioni transgeniche in territorio nazionale”. Questa le parole di Giacomo Deon, presidente regionale e nazionale degli alimentaristi aderenti alla Confartigianato alla notizia del voto unanime in commissione Politiche Agricole delle Regioni italiane, con il quale gli Assessori regionali hanno chiesto formalmente al ministro delle Politiche Agricole di procedere con l’esercizio della clausola di salvaguardia per vietare la coltivazione del Mais MON 810 e della patata Amflora. ”Un passaggio obbligato -prosegue Deon- per colmare l’attuale vuoto legislativo e tutelare la qualità, la varietà, la biodiversità e la capacità dell’agroalimentare italiano di essere leader nei mercati mondiali”. ”Sosteniamo sin dagli inizi la posizione della nostra Regione, sempre in prima linea su un argomento scottante e delicato come gli Organismi Geneticamente modificati. E, indipendentemente dalle scelte nazionali – afferma Deon- la nostra Associazione vigilerà sul territorio affinché non nascano coltivazioni spontanee e autonome di mais o altri prodotti geneticamente modificati. La nostra Associazione si è sempre opposta all’utilizzo dell’Ogm nella logica che la tutela della propria salute e quella dei propri figli è un diritto che non si può delegare”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.