Stop dell’Argentina all’import di prosciutto da Italia e Spagna

La politica argentina del freno alle importazioni vede ora un nuovo capitolo col blocco dell’import di prosciutto, in particolare dall’Italia e dalla Spagna, ma anche dal Brasile. La decisione del governo di Baires arriva dopo un accordo sottoscritto dal segretario del Commercio interno Guillermo Moreno con i produttori nazionali di carne suina, che dovranno aumentare l’offerta di prodotti nazionali. Si tratta di una nuova iniziativa che punta a proteggere il prodotto interno e a frenare l’uscita di valuta dal Paese. Secondo dati ufficiali, nel 2011 l’Argentina ha acquistato 274 tonnellate di prosciutti dalla Spagna; 199 tonnellate dall’Italia e 241 dal Brasile. Ma ora, in virtù dell’intesa siglata da Moreno, questi prodotti non entreranno più . La Commissione europea ha già annunciato che sta valutando di portare davanti all’Organizzazione internazionale del commercio (Wto) la nuova iniziativa della Casa Rosada, ritenendola incompatibile con i regolamenti internazionali. La presidente Cristina Fernandez de Kirchner ha paragonato l’ostacolo alle importazioni di prosciutto alla decisione del governo spagnolo di abbandonare l’importazione del biodiesel argentino, dopo l’esproprio del 51% delle azioni di Ypf alla compagnia petrolifera iberica Repsol. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.