Storni: rendere efficaci le deroghe

Confagricoltura Emilia Romagna accoglie positivamente la notizia del via libera dato dai Ministeri delle Politiche Agricole e dell’Ambiente, alla bozza di regolamento sulle linee guida cui le regioni dovranno conformarsi nell’esercizio delle deroghe sulla caccia. “La situazione della fauna selvatica nelle campagne- spiega il Presidente Guglielmo Garagnani- soprattutto per quanto riguarda la presenza dello storno, è diventata insostenibile. In Emilia Romagna con sempre maggiore frequenza le imprese hanno e stanno subendo, ingenti danni alle coltivazioni. La caccia in deroga- ha proseguito il Presidente- ha fino ad oggi svolto un ruolo fondamentale insieme al prelievo in controllo per il contenimento della popolazione dei volatili, cresciute al punto tale da poter pensare che nella prossima revisione della direttiva uccelli, oramai vecchia di 20 anni, la specie verrà inserita tra quelle cacciabili. Siamo pertanto molto soddisfatti- conferma Garagnani- che il lavoro di raccordo sul Tavolo delle politiche faunistiche regionali trovi finalmente l’attesa risposta da parte del Governo. Tavolo che- ha sottolineato il Presidente- alla fine del mese di luglio ha dato il proprio consenso alla delibera per il calendario venatorio regionale prendendo atto e nulla più, dell’assurda situazione normativa nazionale in essere. Ho apprezzato molto-aggiunge – il forte richiamo inviato dall’Assessore Tiberio Rabboni ai Ministri Romano e Prestigiacomo, con il consenso di tutte le componenti agricole e venatorie.
Occorre adesso – ha concluso Garagnani – che il Ministro Romano convochi finalmente il Tavolo Tecnico Faunistico Nazionale per avviare, quanto prima, il decreto alla definitiva emanazione, creando così quel tassello normativo che attendiamo da anni..

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.