Successo di piazza per la “Biodomenica 2011”

Successo di piazza per la “BioDomenica 2011” la campagna nazionale per il biologico promossa da Aiab, Coldiretti e Legambiente in decine di citta’ italiane e realizzata con il patrocinio di ministero per le Politiche agricole, ministero dell’Ambiente, Roma Capitale, Fondazione Campagna amica e Comitato italiano per la sovranita’ alimentare. Dal Piemonte alla Sicilia le piazze si sono colorate con i mercatini biologici e gli eventi ludico-culturali organizzati nell’ambito di un’edizione (la 12esima) dedicata ai valori sociali, ambientali ed economici del bio. “Il biologico e’ una risposta concreta alla crisi economica e climatica, promuoviamo un modello economico che crea occupazione e pone il rispetto dell’ambiente e la qualita’ del cibo al centro del nostro agire – spiega Andrea Ferrante, presidente nazionale dell’Associazione italiana per l’agricoltura biologica – Il biologico e’ nato, ed e’ guidato, proprio da agricoltori che vogliono cambiare la loro relazione con i cittadini/consumatori in cerca di un consumo piu’ consapevole”. L’analisi degli ultimi sei anni di consumi biologici italiani e dei relativi canali di distribuzione – gruppi di acquisto solidale, spaccio in azienda, mercatini bio, e-commerce, consumi extra-domestici, agriturismo, mense scolastiche – dimostra che questi sistemi di distribuzione alternativi sono cresciuti mediamente del 76,4% e che sono ormai competitivi con i sistemi tradizionali perche’ riescono a garantire la qualita’ del prodotto insieme a un ritorno economico, sociale e ambientale conveniente per tutti, e a lungo termine. La filiera corta, grazie all’eliminazione di alcuni passaggi commerciali, consente di abbattere il prezzo finale, con vantaggi per il consumatore ma anche per il produttore, che sempre piu’ spesso utilizza questo canale alternativo. Nella formazione del prezzo, il peso della produzione supera molto raramente il 50% del prezzo finale, mentre e’ notevole il peso percentuale del ricarico del punto vendita (dal 30 al 40%). Di qui, la convenienza ad acquistare i prodotti biologici direttamente dai produttori. “I consumatori italiani hanno oggi la possibilita’ di acquistare prodotti biologici locali di qualita’ al giusto prezzo direttamente dagli agricoltori attraverso la nostra rete di vendita diretta (www.campagnamica.it) che puo’ contare su migliaia di punti vendita tra spacci aziendali, mercati e botteghe, dove hanno fatto acquisti 8,3 milioni di italiani in un solo anno”, afferma il presidente della Coldiretti Sergio Marini: “la sfida deve partire dalle scuole con un milione e mezzo di bambini che ogni giorno pranza in mensa dove occorre aumentare l’offerta di pasti con cibi di stagione e locali”. Ma il bio non e’ solo buono, giusto e conveniente, e’ anche ‘green’. Un fattore che, in epoca di mutamenti climatici, diventa sempre piu’ determinante. Non a caso la Commissione europea, per rispettare gli impegni assunti a livello internazionale di riduzione delle emissioni di gas serra dell’80-95% entro il 2050 (rispetto ai livelli del 1990), ha fissato degli obiettivi di mitigazione al settore agricolo che dovrebbero prevedere una diminuzione tra il 42-49% delle emissioni. “Per quanto riguarda l’Italia – sottolinea il direttore generale di Legambiente Rossella Muroni – le emissioni di gas serra dell’agricoltura hanno gia’ mostrato un trend in riduzione del 15%, ma l’agricoltura e la silvicoltura hanno le potenzialita’ per raggiungere ulteriori obiettivi di mitigazione, a condizione che vengano messe a disposizione risorse aggiuntive rispetto a quelle attualmente previste”. Diversi studi scientifici hanno evidenziato come l’agricoltura biologica rappresenti una valida alternativa a quella convenzionale per quanto riguarda la minore emissione di gas serra, i minori consumi energetici e la maggior capacita’ di adattamento alle variazioni climatiche: pratiche sostenibili in agricoltura potrebbero ridurre del 90% circa le emissioni climalteranti, con effetti positivi anche per la riduzione di fame e poverta’. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.