Suinicoltura: Italpig, cresce l’interesse dei produttori esteri


Il mercato italiano della suinicoltura, per la maggior parte concentrato in Lombardia, territorio da cui proviene circa il 30% della produzione nazionale, sta attirando sempre piu’ attenzione da parte dei produttori esteri. Tanto che alcuni tra i principali operatori europei si sono gia’ assicurati un posto di rilievo alla prossima edizione di Italpig, il Salone Nazionale della Suinicoltura, in programma a Cremona dal 28 al 31 ottobre 2010.
Un appuntamento che si qualifica come il principale marketplace italiano, e che quest’anno verra’ preso come banco di prova importante dagli operatori esteri per testare in modo capillare il mercato nazionale.
Per Danbred International, colosso danese che non manchera’ l’appuntamento di Cremona, Italpig dimostra che “il mercato italiano sta diventando sempre piu’ importante per la nostra attivita’”. Abbiamo avuto altre esperienze in Italia, ma al momento Cremona e la Lombardia – spiegano – “sono le aree di grande produzione su cui puntiamo la nostra attenzione.
Vogliamo entrare in contatto con gli allevatori direttamente sul territorio per comprenderne le esigenze, le criticita’ e cercare insieme a loro le soluzioni migliori per risolverle”. Quali sono le differenze tra la suinicoltura italiana e quella danese? “A parte la nota differenza tra i pesi degli animali al momento della macellazione, in Danimarca abbiamo un sistema di controllo che rileva precisamente le performance degli allevatori. Questo significa – aggiunge – che si crea uno scambio di informazioni importantissimo per tutti gli operatori, che possono prendere spunto da chi ottiene risultati migliori per raggiungere livelli piu’ elevati. Senza un controllo di questo tipo sarebbe impossibile per un allevatore sapere se sta applicando il sistema migliore. In Danimarca gli allevatori sono competitivi tra loro, ma prima di tutto sono colleghi che hanno creato un circuito di informazioni di cui tutto il settore puo’ beneficiare”.
Ma quali opportunita’ possono derivare dalla partecipazione a Italpig? “Ci aspettiamo – spiegano – di avere nuove possibilita’ di crescere sul mercato italiano, puntando molto sulla qualita’ e sui servizi.Danbred punta molto sull’attivita’ di crossbreeding, e proprio i soggetti ibridi sono una delle novita’ della prossima edizione di Italpig, con una mostra che vedra’ sfilare sul prestigioso ring della Fiera di Cremona soggetti provenienti dai migliori allevamenti”.
La partecipazione di Danbred International e di altri importanti operatori esteri come gli inglesi British Pig, per esempio, confermano Italpig come uno dei piu’ efficaci marketplace del settore per dare una nuova spinta a tutto il comparto suinicolo nazionale.(AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.