Suinicoltura: patto tra i componenti della filiera

maiali3
Un patto fra “i componenti della filiera suina per costruire assieme un piano strategico di rilancio del settore”. Ad annunciarlo, Guido Zama, presidente dell’Organizzazione Interprofessionale del Gran Suino Italiano, la nuova realtà – oggi riunita in Assemblea – che in un solo anno ha raggruppato in Emilia Romagna più di cento allevamenti e alcune delle aziende più rappresentative del settore che si occupano di macellazione, trasformazione e produzione di salumi e insaccati. “Il piano strategico di rilancio della filiera suina – precisa Zama in una nota – includerà iniziative di carattere ambientale e sanitario, ma anche azioni di marketing per aggredire nuovi mercati esteri. A tal fine chiediamo alle Istituzioni regionali maggiormente interessate allo sviluppo del settore (Emilia Romagna, Lombardia, Veneto e Piemonte) di inserire misure ad hoc per il finanziamento di questo piano. Il nostro impegno è rivolto in primis a favorire la filiera suinicola italiana per evitare che i nostri salumi e insaccati siano prodotti con carni straniere di dubbia provenienza e qualità”. Nel corso dell’Assemblea dell’organizzazione, viene osservato nella nota, “è stata inoltre avviata la raccolta firme per la presentazione della richiesta al Ministero dell’Agricoltura del marchio Sqn-Sistema di Qualità Nazionale per la carne fresca del suino pesante ed è stato costituito un tavolo per l’individuazione dei metodi di classificazione più efficaci per la valutazione delle carcasse a peso morto dei suini che vedano la compartecipazione di allevatori e macellatori”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.