Sulle tavole calabresi a Pasqua protagonista lo stoccafisso

Si avvicina il giorno di Pasqua, festivita’ strettamente collegata alle tradizioni culinarie regionali di tutta Italia. In Calabria, in particolare, la cucina scandisce la vita religiosa e spirituale dei suoi abitanti che amano celebrare ogni festivita’ con un menu ad hoc. Da sempre protagonista delle tavole calabresi, durante il periodo pasquale, e’ il pesce e in particolare lo stoccafisso, meglio conosciuto come “stocco”. “Si tratta di un prodotto storicamente legato al territorio e alla tradizione gastronomica – spiega Consolato Arconte, ‘spugnatore’ di stoccafisso a Reggio Calabria da 58 anni -. Il territorio calabrese e’ prevalentemente montuoso quindi in passato era difficile portare il pesce fresco nelle zone interne. Lo Stoccafisso si adattava invece perfettamente alle caratteristiche orografiche del territorio. Inoltre, la tradizione pasquale vuole che, durante la Quaresima, il mercoledi’ e il venerdi’ si mangi ‘di magro’ e quindi pesce”. Da qui la nascita di una tradizione secolare che vede lo Stoccafisso tra i protagonisti di primo piano sulle tavole calabresi. Stoccafisso “alla ghiotta”, cucinato in bianco all’insalata con patate e olive. Queste le proposte piu’ “classiche” della tradizione gastronomica, una vera delizia per veri buongustai. Ma lo stoccafisso non e’ solo sinonimo di tradizione: e’ infatti un alimento che ben si adatta anche alla preparazione di piatti moderni e innovativi e che soddisfa le esigenze delle nuove generazioni. “Lo stoccafisso e’ un ideale per una dieta equilibrata, e’ leggero, altamente digeribile, povero di grassi, ricco di proteine nobili, vitamine e sali minerali – spiega il nutrizionista Andrea Poli, Direttore scientifico della Nutrition Foundation of Italy -. Grazie alla particolare tecnica di essiccazione, mantiene sostanzialmente inalterato il valore nutritivo del merluzzo appena pescato”.Inoltre, contrariamente a questo si pensa, e’ facile e veloce da preparare ed e’ anche economico: “Lo stoccafisso puo’ essere acquistato gia’ ammollato – continua Arconte -. In questo caso bastano solo 15 minuti per cucinarlo e portarlo in tavola. E’ quindi un ingrediente estremamente pratico. Infine, oggi e’ molto importante anche l’aspetto economico. Lo stoccafisso e’ economico perche’ non ha praticamente scarti, si puo’ consumare quasi il 100% del prodotto acquistato. Con altri tipi di pesce, invece, a volte si costretti a scartare fino al 50%”. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.