Sushi made in Italy, gala di beneficenza per il Giappone


Una cena di solidarieta’ per il Giappone colpito dal sisma e per dimostrare ancora una volta che il nostro sushi e’ sicuro perche’ Made in Italy. E’ quanto hanno organizzato domenica 17 aprile i maggiori chef giapponesi in Italia capitanati da Kotaro Noda, giapponese ormai diventato viterbese. Una serata di beneficienza che non poteva che avvenire presso la citta’ del gusto, Gambero Rosso, a Roma. Tra gli organizzatori anche gli importatori di prodotti per il sushi che garantiscono: il nostro e’ piu’ che altro un prodotto made in Italy. Il tonno viene dalla Sicilia, il salmone dai Paesi scandinavi e il riso, qualita’ giapponese, viene da anni coltivato in Italia. ”Va sottolineato – spiega Leonard Journo, direttore vendite della Nipponia, azienda importatrice di alimenti orientali – che la gran parte dei prodotti utilizzati per il sushi viene dall’interno dell’Unione Europea. Inoltre, il ministero della Salute ha bloccato tutte le importazioni dal Giappone dopo il terremoto. Le Asl controllano di continuo e noi stiamo cercando produttori giapponesi residenti fuori dal paese fuori dal sisma”. Riguardo alla psicosi che si e’ diffusa subito dopo l’11 marzo, giorno del terremoto, Journo spiega che ”e’ totalmente ingiustificata e frutto di procurato allarme sociale. Il nostro tonno e’ ultrasicuro, viene dalla Sicilia e ”abbattuto”, portato cioe’ ad una temperatura di meno venti gradi per uccidere tutti i parassiti e batteri come prevede la legge italiana e che nel nostro caso arriva addirittura a meno 60. Da quando in qua mangiare tonno siciliano e’ pericoloso?”, si chiede Journo. E le alghe? E la salsa di soia? ”Sono arrivate prima dell’11 marzo e poi verranno acquistate altrove, come prevede il ministero della Salute. Ci fa ridere che la gente possa pensare che il pesce provenga dal Giappone. I costi di trasporto sarebbero troppo elevati, un pezzettino di sashimi di tonno arriverebbe a costare 60 euro. I giapponesi, che notoriamente importano loro il nostro tonno rosso siciliano, arrivano infatti a pagare quattromila euro al kg”. E allora qual e’ il vostro consiglio? ”Non perdere la tua passione per il sushi genuino, agli altri lascia le chiacchiere, il nostro e’ sushi made in Italy”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.