Svezia: patate Ogm contaminate da altra varietà ancora illegale in Ue

In Svezia, campi destinati alla produzione della patata Ogm Amflora, autorizzata nell’Ue a fini industriali, sono stati contaminati da un’ altra patata Ogm, ”Amedea”, quest’ultima non autorizzata in Europa, ed entrambe prodotte dal gruppo tedesco Basf. La notizia è stata confermata oggi da Frederic Vincent, portavoce del commissario europeo alla sanita’ John Dalli, i cui uffici ”hanno convocato a Bruxelles rappresentanti della multinazionale per ottenere chiarimenti”. ”C’e’ stato un errore – ha spiegato il portavoce – in quanto ai produttori svedesi sono stati inviati i tuberi della patata sbagliata, su cui è in corso una richiesta di autorizzazione ma l’Ue non si è ancora pronunciata”. Intendiamo anche verificare – ha aggiunto – ”la situazione negli altri Stati membri in cui la patata Amflora viene prodotta a fini industriali (soprattutto per amido e carta), oltre alla Svezia anche in Germania e Repubblica Ceca. I rappresentanti del gigante tedesco dell’agrochimica, Basf, ”saranno mercoledì a Bruxelles dove dovranno spiegare alla Commissione europea come è avvenuto il caso di contaminazione in Svezia” causato dalla patata transgenica ‘Amadea’, il cui utilizzo è ancora illegale in Europa, a scapito della produzione della patata Ogm Amflora, che è già stata autorizzata nell’Ue a fini industriali. Al consulto, ha spiegato Frederic Vincent, portavoce del commissario europeo alla sanità John Dalli, saranno presenti anche rappresentanti delle autorità competenti nei paesi dove la superpatata Amflora viene prodotta, ossia Svezia, Germania e Repubblica Ceca. Sulla vicenda la Commissione europea, anche se non ufficialmente, non riesce a nascondere una certa irritazione, considerando che entro settembre parte il dibattito politico, già irto di ostacoli, sul futuro degli Ogm in Europa. Basf ha intanto rassicurato telefonicamente Bruxelles, ”di aver rimosso tutte le piante dell’Ogm non autorizzato Amadea e di continuare a controllare i campi interessati”. Per Bruxelles questo non è sufficiente e all’azienda chiede di fare chiarezza”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.