Sviluppo: Cia, passo avanti ma servono misure per abbattere i costi


“E’ solo un primo, anche se importante, passo avanti. Per le imprese agricole occorrono, però, altri interventi che riducano i pesanti costi e abbattano l’opprimente burocrazia”. Così il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi commenta il nuovo decreto sviluppo approvato ieri dal Consiglio dei ministri. “Il provvedimento del governo – aggiunge Politi in una nota – va di certo nella direzione giusta, in quanto con esso si dà la possibilità alle aziende di procedere sulla strada della modernizzazione e dell’innovazione. In questo modo si avvia anche un opportuno processo per favorire gli strumenti digitali a sostegno delle imprese. Da aggiungere che il decreto contiene le norme, soprattutto di carattere fiscale, per agevolare la realizzazione di nuove opere infrastrutturali e il sostegno allo ‘start up’ di imprese innovative”. “Il decreto – prosegue il presidente Cia – dà una prima risposta, ma ancora non esaustiva per il mondo agricolo, anche se le misure relative alle reti di imprese possono venire incontro alle esigenze del settore primario e dell’agroalimentare in generale, dove è sempre più indispensabile organizzazione e aggregazione”. “Dispiace tuttavia lo slittamento – conclude Politi – della discussione sulle nuove misure sulla semplificazione a favore dei cittadini e delle imprese. Un intervento, questo, che per il mondo agricolo, assillato da una burocrazia elefantiaca, è di vitale importanza. Come quelli relativi ai costi (produttivi e contributivi) che stanno paralizzando sempre più l’attività imprenditoriale, con pesanti riflessi sulla competitività sui mercati”.

Un Commento in “Sviluppo: Cia, passo avanti ma servono misure per abbattere i costi”

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.