Tabacco: oggi a Roma il sit-in lavoratori


Si è svolta questa mattina la manifestazione dei lavoratori della filiera tabacco davanti alla Presidenza del Consiglio dei ministri e al Ministero delle politiche agricole, per chiedere misure di sostegno al settore che versa in una crisi profonda. In particolare la Flai-Cgil chiede che il governo – atteso giovedì a un incontro a Bruxelles per definire le modalita’ di attuazione delle misure Ue a sostegno del comparto – ”renda noto come intende presentarsi al negoziato”.

”Abbiamo chiesto al governo di far presente alla Commissione europea nell’incontro di giovedi’ prossimo che una misura di sostegno ai tabacchicoltori al di sotto di 2.000 euro per ettaro ci farebbe sprofondare nella crisi”. Lo rendono noto all’ANSA i rappresentanti della Flai Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil che hanno incontrato oggi i dirigenti della Presidenza del Consiglio e del Ministero delle politiche agricole al termine del sit-in. ”Sotto questo importo dei 2.000 euro non si va avanti e saltano 60.000 posti lavoro – sottolinea Ettore Ronconi della Flai Cgil nazionale – Ho letto ottimismo comunque nelle dichiarazioni dei dirigenti del ministero. E 2.000 euro sono comunque il minimo per consentirci di andare avanti, considerate anche le altre misure fissate dalla Ue a sostegno del settore dopo l’avvio del disaccoppiamento. Mancherebbero comunque all’appello un centinaio di milioni di euro ma la filiera e’ pronta a farsi carico di un’opera di riorganizzazione per andare avanti”. ”Dobbiamo anche chiedere alle multinazionali di tornare a sedersi a un tavolo per parlare con i produttori di tabacco di prezzi e affitto – osserva Stefano Tedeschi della Uila Umbria – In ballo c’e’ la sopravvivenza di un settore che solo in Umbria assicura reddito a 4.000 agricoltori”.

Alle richieste dei sindacati il ministero ha risposto garantendo il suo impegno “al fianco dei tabacchicoltori per ottenere dall’Europa il miglior risultato possibile”. ”E’ bene che tutti ricordino – ha detto Luca Zaia – che inizialmente al nostro dossier ‘tabacco’ la Commissione europea oppose un secco no. Siamo rimasti pero’ fiduciosi che avremmo raggiunto l’obiettivo prefissato e abbiamo creduto nelle misure agro-ambientali, fino a convincere l’Europa che non si poteva condannare ad una morte senza appello un comparto tanto rappresentativo dell’identita’ e della cultura di interi territori. Con lo stesso spirito, ci siederemo al tavolo di confronto di giovedi’ e confido che riusciremo, anche questa volta, a portare a casa il risultato auspicato”. Al termine della riunione, convocata in vista della bilaterale di giovedi’ prossimo a Bruxelles, che definira’ le modalita’ di attuazione della misura agro-ambientale a sostegno della filiera, si e’ inoltre stabilito che il ministero si attivera’ subito per creare ogni occasione idonea a riattivare il confronto fra le manifatture e i produttori di tabacco. ”Faremo la nostra parte fino in fondo – conclude il ministro – come e’ sempre stato, per garantire l’occupazione dei lavoratori del tabacco e la redditivita’ della filiera”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.