Tabacco: Pac; De Castro, italiani non perderanno aiuto Ue

tabacco2I produttori italiani potranno continuare a beneficiare per i prossimi sette anni di un aiuto alla produzione di tabacco equivalente a quanto riceverebbero se l’aiuto fosse ancora accoppiato, ossia calcolato sulla produzione effettivamente prodotta. Lo ha detto all’Ansa il presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo Paolo De Castro, spiegando che un ‘escamotage’ è stato trovato per i produttori al momento del compromesso sulla riforma della Pac: “di fatto è come aver congelato per il 2015-2020 gli aiuti accoppiati al tabacco che hanno ricevuto dal 2006 al 2013”. La Pac riformata – spiega il presidente della Commagri – prevede infatti che nel processo di convergenza a livello nazionale degli aiuti Ue, se lo Stato membro lo desidera può introdurre un livello di aiuto che comprenda sia il contributo di base sia l’aiuto accoppiato. Ad esempio, “un agricoltore umbro che beneficia di un aiuto Ue di base di 1.200 euro e di un aiuto accoppiato di 600-800 euro, non perderà quest’ultimo nella prossima programmazione finanziaria europea”. Per una questione di principio – conclude De Castro – sono d’accordo per estendere la lista dei settori che godono del pagamento accoppiato, come aveva chiesto inizialmente anche il Parlamento europeo. Ora però il problema può riguardare gli Stati membri che non hanno dato l’aiuto accoppiato, ma non l’Italia”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.