Taglia minima vongole: Coldiretti, l’ok UE salava la flotta dal crack

vongole2Il via libera definitivo da Bruxelles alla riduzione della taglia minima delle vongole pescabili in Italia salva uno dei piatti più amati dagli italiani dopo che i cambiamenti climatici hanno “rimpicciolito” le vongole al di sotto della taglia consentita, esponendo i pescatori a sequestri e multe, fino al blocco totale dell’attività.
È quanto afferma Coldiretti Impresapesca nell’esprimere soddisfazione per l’approvazione da parte della Commissione Europea di un atto delegato che stabilisce un piano di gestione delle vongole nelle acque italiane che stabilisce la nuova misura minima commerciabile del mollusco, portandola da 25 millimetri a 22 millimetri dal primo gennaio 2017.
Un provvedimento fortemente sostenuto dalla Coldiretti che va a risolvere uno degli storici contenziosi tra il nostro Paese e l’Unione Europea, che saranno tra i temi al centro della quindicesima edizione del Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione, organizzato dalla Coldiretti con la collaborazione dello Studio Ambrosetti, che si apre venerdì 14 a Villa d’Este di Cernobbio sul Lago di Como, con l’indagine sull’ atteggiamento degli italiani nei confronti dell’Unione Europea e le ultime sorprendenti novità in una specifica esposizione “Le mani dell’Europa nel piatto”.
Il via libera comunitario salva non solo i menu a base di questo mollusco conosciuto con tanti nome dialettali (lupino, purassa, beverassa, concola, cappula,…) ma anche le esportazioni, che rappresentano quasi la metà della produzione nazionale con un impatto devastante su un settore che – sottolinea la Coldiretti Impresapesca – impegna direttamente in Italia una flotta di circa 710 imprese e oltre 1600 addetti ed ha un indotto di altre 300 imprese di commercializzazione all’ingrosso ed un altro migliaio di addetti.
 
 

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.