Tartufo bianco, da crete senesi cauto ottimismo per 2013

tartufo_biancoSi preannuncia positiva la stagione per la raccolta del tartufo bianco in Val d’Orcia. Le piogge della stagione invernale hanno inumidito le terre argillose dei calanchi, le conformazioni che caratterizzano l’area toscana a sud di Siena, mentre l’estate non particolarmente torrida ha ridotto il rischio di marcescenza del prezioso ‘Tuber magnatum Pico’ che si trova in questa particolare area del centro Italia. Èquanto emerso durante la presentazione della XXVIII Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Crete Senesi, tenutasi presso la sede capitolina dell’Anci (Associane Nazionale dei Comuni Italiani) e prevista per i due fine settimana centrali di novembre (9-10 e il 16-17) nel comune di San Giovanni d’Asso (Siena). ”Quella in corso si prospetta un’annata molto interessante sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo”, ha detto all’ANSA Valentino Berni, presidente dell’Associazione Tartufai Senesi, ”nel 2012 la scarsa quantità di tartufi rinvenuti aveva fatto lievitare i prezzi sino a sfiorare i 5.000 euro/kg. Mentre quest’anno la raccolta più abbondante dovrebbe aiutare a contenere le quotazioni che al momento si attestano sui 1.500 euro/kg al grossista, prezzo da filiera corta, con un trend in aumento”. Ma se il caldo torrido, in natura, è il principale fattore di rischio per la qualità di quello che viene definito ”diamante bianco”, anche la tracciabilità non è da sottovalutare. ”In Italia manca una legge che tuteli la provenienza del tartufo – ha detto Michele Boscagli, sindaco di San Giovanni d’Asso, nel corso della presentazione – soprattutto per la vasta gamma di prodotti aromatizzati. Il Comune ha investito circa 300mila euro in iniziative volte a tutelare produttori e consumatori, tra le quali l’apposizione di un codice QR sulle confezioni che permetta di risalire all’origine del prodotto”. ”Il tartufo è stato inserito tra le altre eccellenze del nostro territorio – ha sottolineato Donatella Cinelli Colombini, presidente del consorzio Orcia Doc – in dei percorsi conoscitivi che hanno l’obiettivo di guidare turisti, appassionati e curiosi attraverso la scoperta dei prodotti tipici del luogo, sperimentando in prima persona abbinamenti con vini, oli e formaggi e che tengano in forte considerazione la straordinaria bellezza del paesaggio”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.