Tartufo: cercarlo fa tendenza

E’ il momento del Tartufo bianco: non solo tiene banco nelle tavole esclusive e in molti mercati locali ma e’ anche protagonista di gare e ‘cacce al tartufo’. Nuovi passatempi che raccolgono proseliti alla corte del re dei piatti. ”Le gare di raccolta a tempo dei tartufi stanno diventando un nuovo business perche’ i cani che le vincono vengono venduti con quotazioni elevate – osserva Moreno Moroni, presidente dell’Urat (Unione regionale associazione dei tartufai toscani) – Quanto alla caccia al tartufo, e’ un passatempo trendy offerto dal turismo d’elite che si rivolge a chi vuole sperimentare l’emozione di trovare per la campagna una ‘pepita bianca’ al seguito del tartufaio e del suo cane”. Nella proposta di questa caccia rara e privilegiata si e’ specializzata la tenuta del Principato di Parrano, 3.000 acri di campagna umbra al confine con la Toscana, che l’imprenditore veneto del tessile Roberto Soldera sta valorizzando in una proposta turistica e termale. Il territorio di Parrano e’ molto vocato per il tartufo bianco ed e’ risorsa locale, tanto che meta’ della popolazione di Parrano si dedica alla raccolta del tartufo. Sul tartufo ‘colto e mangiato’ si stanno specializzando gli stessi tartufai. Come racconta Moroni, nei mercatini e nelle sagre paesane gli stessi tartufai offrono spesso un servizio di ristorazione preparando negli stand fumanti piatti di pasta al tartufo.”Si ha cosi’ la certezza di mangiare un tartufo fresco e genuino e a costi piu’ bassi”. Quest’anno la quotazione del tartufo bianco e’ sui 150-200 euro all’etto. ”E se ad Alba ve lo fanno pagare di piu’ – avvisa Moroni, in questi giorni attivo promotore della rassegna ‘Tartufi d’Etruria’ che si terra’ ad Arezzo l’11 e 12 settembre – e’ solo per una questione di marketing, costi superiori nella catena di distribuzione insomma. Che si aggirano intorno a 100-200 euro in piu’ al chilo”. (ANSA).

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.