Tecnologie per le costruzioni: le imprese italiane puntano sulla Russia

Si conclude domani, sabato 5 giugno, l’undicesima edizione della CTT di Mosca, l’esposizione internazionale delle tecnologie e attrezzature per le costruzioni, la più grande rassegna mondiale di settore tra quelle a cadenza annuale. Significativa la partecipazione delle industrie italiane – 38 in totale – parte delle quali nell’ambito della “collettiva” organizzata da Comamoter (l’associazione che all’interno dell’Unacoma rappresenta i costruttori di macchine per il movimento terra) in collaborazione con l’Istituto per il Commercio Estero ICE.
La rassegna, che costituisce un passaggio obbligato per lo sviluppo del business in Russia e nell’intera area dell’Europa orientale, ha registrato una crescita in termini di superficie impegnata e numero di espositori. A dispetto della crisi economica internazionale, e della flessione netta che l’industria delle costruzioni ha subito in tutti i principali Paesi, la CTT raggiunge quest’anno un totale di 650 espositori (erano stati 578 lo scorso anno) e una superficie complessiva di oltre 90 mila metri quadrati (73 mila lo scorso anno). Le grandi potenzialità del mercato russo spiegano una crescita così consistente delle adesioni, sostenuta anche dall’azione del CECE – il Comitato europeo dei costruttori di macchine per movimento terra al quale aderisce Comamoter – che ha sottoscritto un accordo con Media Globe, la società organizzatrice della CTT, per diffondere tra le proprie affiliate informazioni sulle caratteristiche della rassegna moscovita e sulle opportunità di business nell’Europa orientale. Strategici per la rassegna russa anche gli accordi di cooperazione stipulati con AEM (associazione dei costruttori americani organizzatrice di Conexpo-Con/Agg a Las Vegas) e con la Chinese Construction Equipment and Technologies Exhibition (esposizione specializzata che si tiene a Pechino) per lo sviluppo di sinergie che possano facilitare la partecipazione delle industrie costruttrici ai diversi eventi fieristici.
“Il fermento che esiste in ambito fieristico – commenta il presidente di Unacoma Massimo Goldoni – dimostra come l’industria delle costruzioni si stia preparando ad affrontare una ripresa del settore che potrebbe intravedersi già da quest’anno e farsi più consistente nel 2011”. “Proprio in questa prospettiva – conclude Goldoni – è importante lavorare per lo sviluppo di una rete di relazioni con istituzioni ed enti fieristici per consentire alle industrie italiane di essere inserite efficacemente nei circuiti internazionali più importanti”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.