Tensione a Lussemburgo. I produttori dell’Emb continuano a protestare

Consiglio UE Lussemburgo Lancio di uova, di bottiglie, di arance, di paglia e di vernice nera: dilaga la collera dei produttori di latte europei che a migliaia, oggi a Lussemburgo, hanno letteralmente assediato il Consiglio dei ministri dell’agricoltura dell’Ue e immediata e’ stata la reazione delle forze dell’ordine. Gli allevatori – circa 2000 con 400 trattori secondo le forze dell’ordine lussemburghesi, mentre gli organizzatori parlano di almeno 5.000 ed un migliaio di mezzi agricoli – sono giunti da Italia (in particolare Piemonte, Lombardia e Veneto), Francia, Germania, Belgio, Austria, Olanda e dallo stesso Lussemburgo. Sui loro cartelli si poteva leggere: ”Cambiare il sistema del latte o guerra’; ”Difendiamo i veri produttori, basta quote latte”. E ancora, ”Costi 40 centesimi; ricavi 28 centesimi, siamo alla canna del gas”; ”Piu’ controlli alle frontiere”. Chiamati a raccolta dall’European milk board – per l’Italia il Copagri – hanno deciso di continuare la protesta nonostante una serie di decisioni a loro favore siano state raggiunte dai ministri europei, insieme all’impegno della Commissione Ue di destinare ai produttori in difficolta’ un ‘pacchetto’ di 280 milioni di euro. Insomma, si’ ai finanziamenti ma per i produttori bisogna soprattutto programmare un cambiamento nel sistema europeo delle quote latte. In particolare, chiedono di venire aiutati in cambio di una riduzione della loro produzione di latte per poi riprendere a produrre, sulla base dei loro diritti, quanto la situazione del mercato sara’ migliorata. Inoltre, hanno grandi attese dai lavori del Gruppo ad alto livello per il latte che ha iniziato a negoziare nuovi interventi per il settore che vanno dai contratti tra produttori e industriali all’etichettatura d’origine dei prodotti.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.