Terremoto: Confagricoltura, ripresa lontana dl 174 va rivisto

“Per gli agricoltori delle zone terremotate non sono arrivate risposte normative adeguate per fronteggiare l’emergenza e favorire la ripresa, e la situazione rischia di aggravarsi con l’avvicinarsi delle prossime scadenze”. Confagricoltura lancia l’allarme sulla situazione delle zone devastate dal sisma, mentre all’esame della Camera il DL 174/2012 per la sua conversione in legge, che la settimana prossima approdera’ in aula per poi passare al Senato.
“Il testo va profondamente modificato – chiede Confagricoltura -. Siamo ancora in attesa di ricevere indicazioni precise sull’accatastamento dei fabbricati rurali fortemente danneggiati dal sisma che, ad oggi, deve essere fatto entro il 30 novembre. E non e’ ancora chiaro se il meccanismo del versamento di tasse e contributi, dal prossimo 16 dicembre, valga anche per le aziende agricole. Gli agricoltori non sono nelle condizioni di adempiere agli obblighi di legge. Andrebbero sostenuti negli sforzi di ripresa e di ricostruzione, e invece sono costretti a procedure farraginose per rispettare scadenze fiscali e contributive”.
“Non comprendiamo – continua Confagricoltura – perche’ non sia stato seguito il sistema definito a suo tempo per i terremotati dell’Abruzzo, che prevedeva che la riscossione avvenisse in modo rateale, dopo un congruo periodo di sospensione”.(AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.