Terremoto: Gardini (Fedagri), le istituzioni ci dicano come possiamo riprendere l’attività

“Vogliamo che le autorità preposte ci dicano come possiamo riprendere le nostre attività all’interno dei caseifici”, lo ha dichiarato il Presidente di Fedagri Maurizio Gardini a nome del Coordinamento della cooperazione agricola di Fedagri-Confcooperative, Legacoop Agroalimentare e Agrital AGCI, a conclusione di una visita presso due caseifici cooperativi nella provincia di Reggio Emilia gravemente danneggiati dal sisma del 20 e 29 maggio scorsi, insieme ad una delegazione composta dall’on. Paolo De Castro, Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo e da Giuseppe Alai, Presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano.
“Ad oggi sussiste una grande incertezza su come operare in una situazione di estrema emergenza e difficoltà”, ha aggiunto Gardini. “Il primo vero problema adesso è di recuperare le forme di Parmigiano Reggiano e Grana Padano cadute a terra e di capire come poterlo fare sulla base del decreto di recente emanazione che impone alcune disposizioni oggi difficilmente praticabili. La nostra richiesta – prosegue Gardini – è semplice: un incontro tecnico-operativo con il Capo della Protezione Civile, il Prefetto Gabrielli, per decidere operativamente come far ripartire i lavori”.
“I dirigenti della cooperazione e i Presidenti delle nostre cooperative sono produttori agricoli seri ed onesti – ha così concluso Gardini – che stanno continuando a produrre latte nelle loro stalle e che soprattutto non vogliono mettere a rischio la vita dei loro soci e dei loro lavoratori, ma recuperare il prodotto, il formaggio DOP più conosciuto al mondo”.
“Prima dei soldi e di qualsiasi forma di contributo dovete realmente permetterci di ricominciare a lavorare e le condizioni oggi previste dal decreto emanato non ce lo consentono”.
Le strutture visitate sono state il caseificio di Tullie e quello di Novi, che è stato visitato anche dal Presidente della provincia di Trento Lorenzo Dellai. Nella struttura erano a lavoro una squadra di volontari provenienti dal Trentino che stavano liberando il capannone dalle migliaia di forme cadute. Insieme al Presidente Gardini, anche una delegazione dei sindaci di 14 comuni umbri che stanno organizzando una iniziativa di solidarietà per il prossimo 1 luglio.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.