Territori enoici in corsa per ‘Patrimonio Unesco’

Tutto il vino italiano punta ad ottenere la candidatura dell’Unesco, dalle Langhe all’Etna, dalle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene al Sulcis, da Orvieto al Salento. Lo fa sapere Winenews che stila la lista dei vari territori enoici in corsa per diventare ‘Patrimonio dell’umanità’, facendo leva direttamente sul legame del territorio con il vino; e questo è il caso di Langhe, Roero e Monferrato dove nascono Barolo, Barbaresco e altri grandi vini piemontesi o come la Valtellina, terra dello Sfurzat che si candidano per i ‘Paesaggi viticoli’. Ma anche l’Etna, dove una delegazione Unesco è in visita proprio in questi giorni per eseminare il dossier; Orvieto dove nasce nasce l’Orvieto Doc, o la Valle del fiume Aniene, nel Lazio dove nasce il Cesanese di Affile Doc. E ancora il Salento con i vigneti di Negramaro e Primitivo, così come avviene nelle Murge di Altamura; e poi la Sardegna, nel Sulcis Iglesiente. Il processo di selezione per entrare a far parte della ‘World Heritage List’ dell’Unesco è selettivo e lungo, spiega Winenews, e per sapere quali saranno i nuovi ‘patrimoni dell’umanità’ legati al vino bisognerà aspettare mesi, se non anni.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.