Tonno rosso: la prossima settimana arriverà la proposta dei commissari europei


Sarà finalizzata la prossima settimana la posizione comune sul futuro del tonno rosso tra i neocommissari Ue alla pesca, la greca Maria Damanaki e all’ambiente, lo sloveno Janez Potocnik. E’ quanto ha appreso l’Ansa a Bruxelles dopo l’ipotesi iniziale che la proposta congiunta sarebbe stata pronta alla fine di questa settimana. L’iter della procedura resta comunque veloce considerando che il Parlamento europeo ha investito la Commissione del nuovo mandato solo il 9 febbraio scorso. Salvo ulteriori modifiche, i servizi della direzione generale Ambiente e Mare all’Esecutivo Ue stanno finalizzando il testo di sulla base di due linee guida. In primo luogo l’iscrizione del tonno rosso nella lista delle specie protette Cites, ma non subito: solo dopo la riunione a novembre 2010 dell’Iccat, la Commissione internazionale dei tonnidi che gestisce le quote di pesca. Proprio l’Iccat si e’ impegnata a completare uno studio scientifico aggiornato sugli stock di tonno rosso. Il secondo indirizzo riguarda la pesca artigianale che potra’ continuare la sua attivita’ come ha chiesto espressamente la commissaria Damanaki. Intanto, il sottosegretario con delega alla pesca, Antonio Buonfiglio ha incontrato l’11 febbraio a Parigi il collega francese Bruno Le Maire avendo Italia e Francia deciso – a determinate condizioni – in favore della moratoria per la pesca al tonno rosso. Per Buonfiglio, in primo luogo devono ricevere gli aiuti i marittimi imbarcati che perderanno il posto di lavoro, salvaguardando la commercializzazione interna del tonno rosso e l’attivita’ della pesca artigianale e tradizionale. Per questo Buonfiglio e Le Maire si sono accordati per ricercare una definizione concordata di pesca artigianale, le modalita’ di finanziamento degli aiuti e su come ottenere una ricerca veramente indipendente. (ANSA).

6 Commenti in “Tonno rosso: la prossima settimana arriverà la proposta dei commissari europei”

  • enzo scritto il 15 febbraio 2010 pmlunedìMondayEurope/Rome 17:05

    vi rendete conto che e’ dalla campagna di pesca del 2008 che non facciamo reddito avete iniziato col fermo di pesca al 15 giugno propio quando dovevamo pescare qualcosa dopo un mese di cattivo tempo, una riduzione drastica delle quote, poi ci avete tolto gli aerei e questo per noi e come quando tagliate le gambe ad una persona, poi addirittura 29 giorni di pesca all’anno e adesso volete mettere il tonno rosso nella cities senza alcun risultato scientifico, e come accusare un innocente di un reato mai fatto, vi posso assicurare che nella lista cities andremo pure noi insieme ai tonni, orsi polari e tutto quello che riguarda l’estinzione. l’anno scorso quando stavamo in pesca avevamo 2 controlli di pesca al giorno non e’ giusto ci trattate come criminali e vi posso assicurare che di tonno c’e ne tanto a mare basta fermatevi cosi fateci vivere con quel poco che ci e’ rimasto

  • giuseppe scritto il 22 aprile 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 20:19

    arri vera il giorno che i tonni mangeranno tutte le speci di pesci dicono che i tonni sono in estinzione cavolate ci sono compagnie di tonno che fanno paura la salvaguardia per i tonni e per i pescatori possiamo morire almeno dite a brussel che ci danno a mangiare alle centinaia di persone che vivevano con la pesca del tonno si fa presto a fermare la pesca e il sostegno quando arriva aspettiamo noi e i nostri figli

  • alfiuccio scritto il 30 aprile 2010 pmvenerdìFridayEurope/Rome 20:31

    non ho ancora capito chi tutela i pescatori!!chi tutela la specie umana.fino ad oggi stiamo tutelando soltanto una classe politica di buffoni truffatori e corrotti:adesso spiego alcuni perche’:sono tre anni che insistono col blocco della pesca che di fatto gia’ persiste sin dal lontano 14 giugno 2008.trascurando completamente le esigenze dei lavoratori del settore,e continuando ad abusare di loro trattandoli come se non esistessero.non hanno scucito un centesimo,certo facile fare le leggi in questo modo,molto comodo vero?””per esempio io a chi ho contribuito le mie tasse , i miei contributi,in tantissimi anni di lavoro?a chi?chi sono questi?questi mangioni,questi ingordi.sono in cassa integrazione da 5 mesi e pensate che ancora non ho percepito un centesimo.che vergogna!!i posti di lavoro li abbiamo gia’ persi e loro lo sanno.quello che si sa sicuramente e proprio questo perdita di posti di lavoro e fallimento delle imprese.questo hanno saputo fare,in tutti i settori.nessuna certezza invece sul tonno in estinzione.la verita’ e che qui abbiamo a che fare con i delinquenti autorizzati,la mafia che toglie il lavoro.la mafia che non e quella di una volta che dava il lavoro ma bensi’ quella autorizzata con finalita’ estorsiva a danno dei lavoratori.questa e la nuova mafia,la mafia che con le sue leggi portera’ soltanto fame e rivoluzione!!

  • pescatore non tutelato scritto il 11 maggio 2010 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 12:37

    è GIUSTO SALVAGUARDARE IL TONNO ROSSO, è IMPORTANTISSIMO TUTELARE I PESCATORI E LE LORO FAMIGLIE. NON ESTINGUETECI.

  • pescatore del tonno rosso scritto il 12 maggio 2010 pmmercoledìWednesdayEurope/Rome 18:03

    dalle mie parti si dice, mentre il medico cerca di capire il male, il malato muore, quindi risolvere il problema in breve tempoè possibile , le soluzioni ci sono e sono semplici, una potebbe essere tenere i marinai imbarcati per sei mesi, dargli un contributo minimo garantito in base allo stato di famiglia e altri sei mesi in disoccupazione, garantire cosi’ un anno dignitoso ai pescatori e nel frattempo studiate soluzioni migliori.

Trackbacks

  1. Tonno rosso e corallo sotto tutela. È partita la macchina europea | Con i piedi per terra

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.