Tonno, tribunale Ue: no risarcimento pescatori per stop pesca

Il Tribunale dell’Unione europea ha respinto la richiesta dei sindacati dei pescatori di tonno del Mediterraneo, di essere risarciti per il danno subito dalle aziende tonniere di Italia, Francia, Grecia, Cipro e Malta, per il divieto posto dalla Commissione Ue, nel giugno 2008, di pescare tonno rosso nell’Atlantico orientale e nel Mediterraneo. Il regolamento era stato messo sotto accusa anche dall’Italia e dalla Federazione nazionale delle cooperative di pesca che ne chiedevano l’annullamento. I giudici europei hanno però respinto anche questi due ricorsi. Il Tribunale Ue, nella sentenza che vede il sindacato dei pescatori di tonno contro la Commissione europea, sostiene che “non è dimostrata l’esistenza di un danno effettivo e certo” subito dalle tonniere in quanto “l’esistenza delle quote (di pesca di tonno rosso ndr) non dà alcuna garanzia ai pescatori di realizzare l’integrità della quota loro assegnata”. In secondo luogo, affermano che “il danno lamentato non ha ecceduto i limiti dei rischi economici inerenti alle attività in questo settore”. Il tribunale europeo ricorda poi che “questo tipo di pesca é soggetto a limitazioni e l’arresto dell’attività prima della data prevista poteva verificarsi in qualsiasi momento”. Quanto ai diritti di pesca – conclude – la normativa Ue li concede agli Stati e non fornisce ai pescatori alcuna garanzia di pescare tutta la quota loro assegnata. La sentenza del Tribunale Ue può essere impugnata entro due mesi dalla sua notifica.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.