Torino: Cia, nuove tecnologie e abbattimento dei costi per rilanciare il florovivaismo

vivaioIn Piemonte sono circa 900 le aziende florovivaistiche che coltivano circa 700 ha. (180 ha in serra calda e 520 ha in pieno campo) e Torino, con la più alta concentrazione di imprese, circa 280, rappresenta il 35% dell’intera produzione regionale e si posiziona al nono posto tra le provincie italiane per produzione di fiori e piante. Le problematiche del comparto, che negli ultimi anni ha acquisito un peso sempre più rilevante sul mercato, sono state affrontate in un convegno organizzato dalla CIA-Confederazione Italiana Agricoltori di Torino e Provincia dal titolo “Prospettive e opportunità del settore florovivaistico”
“Oltre 47.400 imprese italiane si occupano della cura, della vendita e delle coltivazioni di fiori e piante all’aria aperta o in culture protette – ha dichiarato il Vice-Presidente di Asproflor Sergio Ferraro – dando vita a un giro d’affari di oltre 4 miliardi di euro. Le imprese florovivaistiche rappresentano il 7% dell’intera PLV agricola e occupano circa 150.000 addetti, per la gran parte a tempo indeterminato. Il solo comparto fattura 3 miliardi di euro, lo stesso fatturato del vino, rappresentando il 6% della PLV agricola, in calo dello 0,5% nel 2012”.
Come sottolineato dal Presidente MIF Emilio Fugazzi, anche se il settore florovivaistico sta attraversando un trend economico positivo, le difficoltà sono molte e da non trascurare.
In dieci anni in Piemonte ha chiuso oltre il 30% delle aziende e l’aumento di oltre il 25% dei costi di produzione, la competizione tra gli 80 paesi produttori in tutto il mondo, la scarsa attenzione della politica verso il settore, non contribuiscono a migliorare la situazione.
Per aiutare le aziende, è stato evidenziato dai relatori intervenuti, è necessario investire nelle nuove tecnologie in modo da velocizzare il processo produttivo e abbattere i costi di produzione e manodopera.
La sinergia tra ricerca pubblica e privata è un importante punto di forza da sviluppare con l’obiettivo di non disperdere risorse e collaborare alla promozione di progetti utili alle imprese e al mercato.
Di fronte a scenari sempre in movimento le aziende devono riuscire a rispondere alle esigenze dei clienti: la vera sfida è quella di essere presenti sul territorio con prodotti di qualità, così da riuscire a mantenere standard elevanti e a produrre articoli meno soggetti alla concorrenza.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.