Toscana leader nella produzione di alberi di Natale

Oltre che leader nella produzione di stelle di Natale la Toscana è anche ‘capitale’ nella coltivazione degli alberi di Natale: tra l’Aretino, in Casentino, e il Pistoiese, in Valtiberina, sono 1,5 milioni le piante coltivate mentre quelle commercializzate sono circa 390.000 mila per un volume d’affari di 2 milioni e mezzo di euro. E’ quanto afferma in una nota Coldiretti Toscana che invita a scegliere, tra alberi di plastica provenienti per lo più dalla Cina e quelli naturali coltivati neli Paesi del Nord ed Est Europa, piante ‘made in Toscana’ come “atto d’amore nei confronti del territorio”. Spiega Tulio Marcelli, presidente regionale di Coldiretti: “Per prima cosa stiamo parlando di una produzione fortemente radicata in Toscana che da lavoro a centinaia di addetti e decine di aziende specializzate. Secondariamente si tratta di una produzione che ha ripercussioni positive anche sul territorio e l’ambiente perché sono coltivati soprattutto nelle zone montane e collinari in terreni marginali altrimenti destinati all’abbandono contribuendo così a migliorare l’assetto idrogeologico delle colline ed a combattere l’erosione e gli incendi. Infine, per noi toscani, si tratta di una produzione tipica del territorio. Quasi una produzione a km zero”. Quanto ai prezzi al consumo, conclude Coldiretti, “saranno sostanzialmente stabili e cambieranno a seconda della varietà, della presenza o meno del vaso e dell’altezza. Dai 10-30 euro dell’abete più piccolo si può arrivare sino ai 500 euro per le piante di grandi dimensioni”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.