Traguardo Dop in vista per il primo mitile italiano


Riconoscimento Dop più vicino per la Cozza di Scardovari (Ro). Ne da notizia la Federcoopesca-Confcooperative che ha partecipato oggi, con il presidente nazionale Massimo Coccia e il direttore Gilberto Ferrari, all’audizione pubblica indetta a Scardovari (Ro) dal ministero delle Politiche Agricole che ha ritenuto accoglibile la richiesta presentata dal Consorzio cooperative pescatori per l’attribuzione della denominazione. “Ci auguriamo – sottolinea l’associazione – che si concluda presto l’iter per il giusto riconoscimento ad un mitile, il primo in Italia, che dagli anni ’70 ha caratterizzato le attivita’ ittiche di questa zona, con la pesca prima e l’allevamento poi”. La Cozza di Scardovari, la cui produzione annua è di circa 30 mila quintali, è caratterizzata da carni piene pari al 25% del suo peso, sapore più dolce delle ‘colleghe’ allevate in mare per via della acque dolci del Po e una velocità di accrescimento superiore alla media; un disciplinare ne garantisce le peculiarità, dalla semina alla commercializzazione. Nel settore ittico, conclude la Federcoopesca, la denominazione delle Cozze di Scardovari si aggiungerebbe in Italia alla Dop tinca gobba dorata del Pianalto di Poirino (Piemonte) e alle Igp acciughe sotto sale del Mar Ligure (Liguria).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.