Trasporto bestiame: PE chiede più sanzioni e limite di 8 ore

Giro di vite sulla normativa che garantisce il trasporto degli animali in Europa, puntando su ispezioni e sanzioni più severe per i trasgressori. Lo ha chiesto il Parlamento europeo, oggi a Strasburgo, votando a grande maggioranza – 555 voti a favore, 56 contro e 34 astensioni – la risoluzione dell’eurodeputato dei Conservatori e Riformisti europei, il polacco Janusz Wojciechowski. Tra gli elementi che il testo ambisce a introdurre c’é la fissazione di un limite di otto ore nel trasporto per gli animali destinati al macello e un aiuto ai macelli locali per fermarne il declino. Il testo tuttavia, precisa che per la durata del trasporto vanno “valutate le eccezioni di carattere geografico e le questioni legate a certe specie di animali”. In effetti, l’introduzione di un tale limite – spiegano gli addetti ai lavori – “rischia di avere un impatto economico grave per i Paesi del Sud dell’Europa, in particolare l’Italia, che importa ogni anno dai partner europei milioni di capi. Per compensare la carenza di animali (dai manzi ai suini) l’Italia ha sviluppato macelli molto performanti che permettono di approvvigionare, non solo la catena alimentare, ma anche le industrie connesse: dall’agroalimentare ai pellami, dalle setole ai mangimi, in cui operano migliaia di persone”. E’ importante quindi – aggiungono – assicurare al meglio le condizioni di trasporto, in quanto l’alternativa è l’importazione della ‘fettina’ dai grandi Paesi produttori del Nord Europa, con perdite per l’economia italiana. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.