Tre volontarie girano l’Europa per chiedere l’etichettatura obbligatoria del pollame

Sono i polli dei nostri allevamenti intensivi. Vivono in media 39 giorni. Molti di loro hanno problemi cardiaci, zoppie, ulcere alle zampe e tassi di crescita anomali. La loro brevissima vita la passano in capannoni spogli e bui, ammassati a densità che arrivano fino a 23 polli per metro quadro. Ma i consumatori questo non lo sanno. Spesso si pensa che “allevato a terra” significa che l’animale razzola libero e non è rinchiuso in gabbie. Ma non si pensa alla densità, al fatto che manca lo spazio di movimento e la differenza con la gabbia non è così lampante. La chiarezza manca perché per i polli non c’è etichettatura obbligatoria. Se per le uova leggiamo sulle confezioni “allevato a terra” , “all’aperto”, “in gabbie” o “da agricoltura biologica”, tutto questo manca per i polli. Ecco che cosa ha spinto tre volontarie inglesi a girare l’Europa vestite da pollo – diIL POLLO ROSA nome Rosa – per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle terribili condizioni di vita di questi animali e raccogliere sostegno alla loro richiesta: che la Commissione approvi l’etichettatura obbligatoria secondo il metodo di allevamento per tutta la carne di pollame. Dunque tre tipologie di etichette a seconda se l’allevamento sia intensivo, estensivo o all’aperto.
Le tre volontarie inglesi sono un’allevatrice di polli all’aperto, una studentessa di scienze zootecniche e un’attivista della protezione animale. Il loro tour, partito da Londra il 1° agosto, tocca 21 paesi dell’UE e durerà 39 giorni, quanto la durata di vita media di un pollo da carne allevato intensivamente. La loro tappa italiana è stata Rimini.

http://www.change.org/ora-tocca-ai-polli

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.