Trentino: autorizzate nuove varieta’ di vite

vigne4Si allarga il numero delle varieta’ di vite per la produzione di vino la cui coltivazione e’ autorizzata in Trentino: nell’elenco, sia pure come ‘varieta’ in osservazione’ entrano ora anche le varieta’ a frutto bianco Mao’r, Paolina e Bronner e la rossa Regent. Oggi il via libera da parte della Giunta provinciale, su proposta dell’assessore all’agricoltura Tiziano Mellarini, all’inserimento dei nuovi vitigni nell’elenco ufficiale delle varieta’ idonee alla coltivazione in Trentino. Grazie all’azione di recupero e valorizzazione dell’Istituto agrario di San Michele all’Adige, le due antiche varieta’ di vite trentine, Maor e Paolina, non piu’ coltivate da diversi anni, sono state iscritte nel Registro nazionale delle varieta’ di vite idonee alla produzione di vino. Conservate nella collezione di vecchi vitigni coltivati in Trentino, situata in localita’ Giaroni di San Michele, Maor e Paolina sono stati inseriti nell’elenco rispettivamente con il codice varietale 423 e 427. Il vitigno Maor, dal grappolo color verde-giallo e presente sporadicamente in qualche vecchio vigneto lungo la Valsugana, era diffuso un tempo anche in valle di Non. La conservazione e le attivita’ di recupero da parte dei ricercatori dell’Istituto Agrario sono iniziate nel 1990 nel vigneto sperimentale, in localita’ Giaroni, a San Michele all’Adige. Sempre qui si e’ proceduto all’ attivita’ di recupero di un altro vitigno dal grappolo color verde-giallo, molto diffuso un tempo nella valle del Sarca e in Vallagarina: la Paolina, oggi non piu’ coltivata. Il Bronner e’ di una vite originaria della zona di Freiburg nel Land Baden (Germania). Solo da trent’anni, pero’, e’ nota la resistenza di questo vitigno all’oidio e alla peronospora, caratteristica che lo rende particolarmente indicato per la coltivazione biologica. Le caratteristiche del Bronner assomigliano a quelle del Riesling e del Pinot Bianco. Questa vite predilige terreni argillosi e umidi. Regent e’ un vitigno a bacca rossa relativamente nuovo ottenuto dall’incrocio di due varieta’ bianche e rosse, Chambourcin e Diana, a sua volta un incrocio fra uve Silvaner e Mueller-Thurgau. Il Regent, che in Germania occupa circa il 2 per cento della superficie coltivata a vite, venne creato nel 1967 ed e’, come la varieta’ precedente, piuttosto resistente alla peronospora e praticamente immune all’oidio. I vini ottenuti da uve Regent hanno colore intenso, aromi di frutta matura conservata e contenuto in tannini piacevole ed equilibrato.

4 Commenti in “Trentino: autorizzate nuove varieta’ di vite”

  • gianpaolo scritto il 15 gennaio 2014 pmmercoledìWednesdayEurope/Rome 16:15

    buongiorno, ho fatto il mio primo vigneto tre anni fa. tra varietà  solaris 30 ceppi) e bronner (100 ceppi), ho inserito 250 ceppi di regent. a differenza dell’ uva a bacca bianca che mi ha dato ottimo e abbondante  vino, le viti bronner hanno prodotto piccolissime quantità di uva ( 20 kg x 250 ceppi. Inoltre non si sono sviluppate come le piantine di uva bianca che hanno fatto tralci di 4 metri e oltre.  sembrano colpite da malattia. le foglie ingialliscono e si bruciano anche in primavera, qualche ceppo è addirittura morto. secondo voi le dovrò trattare anche contro il parere di chi me le ha fornite? Io vorrei coltivarle in maniera totalmente biologica. ultima considerazione: abito in un piccolo paesino delle giudicarie (ragoli) e fino a qualche anno fa venivano coltivate vigne di zaibel e clinto in maniera quasi professionale. Grazie anticipato se mi sapete dare risposte. Gianpaolo

  • PIWI International scritto il 18 gennaio 2014 pmsabatoSaturdayEurope/Rome 18:08

    Gentile Sg. Gianpaolo, per ulteriori informazioni sulle varietà di vite resistenti le considero il nostro sito Internet: http://piwi-international.org/index.php?lang=it

    dove c’é anche un indirizzo email e la possibili`tà di diventare membro della nostra associazione internazionale delle viti resistenti.

    Qui gia informazioni delle sue 3 varietà:
    BRONNER (ottima resistenza contro Peronospora e Oidio) Colore:

    Bianco

    Incrocio:

    Merzling x (Zarya Severa x Saint-Laurent), 1975.

    Provenienza:

    Staatliches Weinbauinstitut Friburgo, Germania.

    Caratteristiche varietali:

    Strutturato, fruttato, certa somiglianza con il Pinot Bianco. Per ottenere alte qualità è necessario contenere la produttività. Epoca di raccolta ca. 7-10gg dopo il Pinot Bianco.

    REGENT (buona resistenza contro Oidio,Solo parzialmente resistente alla peronospora.)

    Colore:

    rosso

    Incrocio:

    Diana (Silvaner x Müller-Thurgau) x Chambourcin, 1967

    Provenienza:

    Bundesvorschungsanstalt „Geiweilerhof“,Siebeldingen, Germania

    Caratteristiche varietali:

    Varietà a bacca rossa molto popolare. Consigliata una vinificazione in riduzione e affinamento in barrique. Per via della possibile caduta delle bacche e del calo dell’acidità è utile prestare molta attenzione all’epoca di raccolta. SOLARIS (ottima resistenza contro Peronospora e Oidio). Come costituzione la varietà Solaris risale all’anno 1975. Si tratta di un incrocio Merzling x (Saperavi Severinyi x Muscat Ottonel). Matura alquanto precocemente e le sue uve a bacca bianca presentano di norma un elevato grado zuccherino. Il vino ha un bouquet fruttato che ricorda a volte l’ananas o le nocciole al gusto presenta una buona struttura armonico ed alcolico.

  • gianpaolo scritto il 22 gennaio 2014 pmmercoledìWednesdayEurope/Rome 21:17

    grazie per la risposta, probabilmente come lei mi insegna, il problema sopraesposto è causato dalla peronospora. Per questo pensavo di trattare le viti a inizio primavera. grazie ancora e mi precipito sul sito da lei indicatomi. Gianpaolo

  • gianpaolo scritto il 22 gennaio 2014 pmmercoledìWednesdayEurope/Rome 21:34

    grazie della risposta. il problema che ho espresso si riferiva alle viti regent bacca rossa (non bronner). comunque la sua risposta è chiara: modesta resistenza alla peronospora. proprio come immaginavo. cercherò di fare un paio di trattamenti e magari il primo a gemme dormienti. grazie ancora. Saluti cordiali, Gianpaolo

    ps: corro sul sito da lei indicatomi

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.