Ucraina: Coldiretti, -37% export Made in Italy in Russia 2015

ortofrutta2
Le esportazioni di prodotti Made in Italy in Russia nel 2015, a seguito della crisi Ucraina, sono crollate del 37% per una perdita di oltre 246 milioni nel solo mese di gennaio. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat sul commercio estero a gennaio. “Dall’analisi è evidente – precisa l’organizzazione agricola – che le tensioni politiche hanno avuto riflessi anche sugli scambi anche di prodotti non colpiti direttamente dall’embargo, ma particolarmente significativi per l’Italia. Inoltre si assiste ad un aumento progressivo delle perdite determinate dalla riduzione dei flussi commerciali con il calo dell’export che era stato di 96 milioni di euro a settembre e di 33 milioni ad agosto”. “E’ particolarmente pesante – sottolinea la Coldiretti – il bilancio per i prodotti colpiti direttamente dall’embargo scattato dal 7 agosto che ha sancito il divieto all’ingresso di una lista di prodotti agroalimentari che comprende frutta e verdura, formaggi, carne e salumi ma anche pesce”. Ai danni diretti, conclude la Coldiretti, vanno aggiunti quelli indiretti ” dalla diffusione sul mercato russo di imitazioni low cost dei prodotti italiani che rischiano di scalfire l’immagine dei prodotti originali nel tempo, dal parmesan al provolone, dalla mozzarella al salame”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.