Ucraina: Coldiretti, bene Ue a Wto per stop prosciutti Russia

prosciutto fetteE’ positiva la decisione dell’Ue di rivolgersi all’Organizzazione mondiale del commercio (Wto), dopo l’embargo posto dalla Russia sugli oltre 3 milioni di tonnellate di carni di maiale provenienti dalla Comunità per il sostegno al nuovo corso dell’Ucraina. E’ quanto afferma la Coldiretti, nel commentare la mossa di Bruxelles dopo il nulla di fatto della bilaterale con Mosca. La Russia, ricorda la Coldiretti, ha chiuso per ritorsione le frontiere a tutto l’export europeo di maiali, carni di maiale e trasformati in violazione delle regole sugli scambi alla Wto di cui è membro dal 2012, prendendo a pretesto la scoperta a fine gennaio di casi di peste suina africana in alcuni cinghiali in Lituania e Polonia, in zone di frontiera con la Bielorussia. Per l’Italia, conclude la Coldiretti, oltre al danno diretto dovuto alle mancate esportazioni se ne sta verificando uno indiretto: i maiali tedeschi, che normalmente vengono spediti in Russia, ora arrivano in Italia a discapito di allevatori e consumatori, perché carne e derivati vengono spesso spacciati come made in Italy, non avendo l’obbligo di indicare la provenienza dell’origine in etichetta. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.