Ue: +49% l’export agroalimntare verso la Cina

L’export agroalimentare europeo verso la Cina nel 2011 ha battuto 2 a 1 il valore delle esportazioni medie comunitarie verso uno dei primi partner commerciali dell’Europa. Funziona infatti, e i risultati lo dimostrano, il piano di cooperazione tra Bruxelles e Pechino su cui da tempo lavora – sul fronte agroalimentare – il commissario europeo all’agricoltura Dacian Ciolos. Lui stesso, affrontando l’argomento a Bruxelles, ha parlato di “un nuovo slancio delle relazioni bilaterali che hanno rafforzato la fiducia, il dialogo e quindi gli scambi”. I dati parlano chiaro: l’export europeo agroalimentare verso la Cina nel 2011 è aumentato in valore del 49% rispetto ad una crescita dell’export medio di circa il 20%. Questo è spiegabile anche per il fatto che Pechino preferisce sempre più importare alimenti di qualità. Ed in particolare sul riconoscimento delle indicazioni geografiche il commissario ha annunciato che sono previsti due incontri in autunno. Il programma di cooperazione tra Bruxelles e Pechino affronta temi di grande attualità che interessano da vicino l’Italia. “Riguardano – ha spiegato Ciolos – la politica di qualità e le indicazioni geografiche; l’utilizzo sostenibile delle risorse naturali; lo sviluppo ed una migliore ripartizione del valore aggiunto nella catena di produzione; la salute animale; settori emergenti come il vino, il latte e l’agriturismo; la piattaforma comune per la ricerca e l’innovazione; lo sviluppo rurale e la diversificazione. A settembre è in programma un vertice Ue-Cina a Bruxelles. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.