Ue: allontanato rischio tagli fondi ortofrutta a produttori

pesche 3E’ chiuso – almeno per il prossimo semestre di presidenza italiana dell’Ue e in attesa della formazione di un nuovo Esecutivo – il dibattito europeo sulla revisione della riforma del 2007 relativa al settore dell’ortofrutta. In particolare, per quanto riguarda il livello di sostegno attualmente garantito alle organizzazioni di produttori e agli Stati membri dell’Ue che, come chiedevano Italia, Francia, Spagna e Grecia, si mantiene inalterato. I ministri dell’agricoltura europei, riuniti oggi a Lussemburgo, hanno infatti approvato un testo di “conclusioni” accompagnate da una dichiarazione della Commissione, che si impegna a presentare al più tardi nel 2018 un rapporto per introdurre eventuali proposte legislative nel settore della frutta e della verdura. Da tempo infatti, i 10 Partner europei (dell’est e del sud dell’Europa) che hanno aderito nel 2004 all’Ue, chiedono di ripartire nuovamente i fondi comunitari per il settore, riducendoli a quei Paesi – come l’Italia – dove si e’ raggiunto un buon livello di associazionismo, per darli a quegli Stati dove ci sono ancora molto carenze. La presentazione di eventuali proposte legislative nel 2018 potrebbe significare una loro entrata in vigore nell’ambito del quadro finanziario Ue post 2014-2020. Una soluzione quindi che potrebbe accontentare gli Stati membri del sud dell’Unione. Molto comunque dipenderà dalla futura Commissione europea che sarà operativa dal prossimo novembre. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.