UE boccia il ddl italiano sull’etichettatura. Le reazioni

Non tardano a farsi sentire le reazioni alla bocciatura da parte del Parlamento Europeo delle norme approvate in Camera dei deputati in materia di etichettatura.
Per ora l’unica organizzazione a condividere la posizione della Commissione UE sembra essere Federalimentare, che trova “inopportuna una legislazione nazionale in materia di etichettatura d’origine dei prodotti che anticipi quanto attualmente l’Europa sta legiferando in seconda lettura in Parlamento”. ”Federalimentare ed il suo sistema associativo – si aggiunge – guardano infatti all’Europa come ad un unico mercato, da considerare ormai ‘domestico’, e privilegiano per tanto qualunque regola che sia armonizzata e che uniformi il mercato”.
Diametralmente opposti i commenti di Arsial e Copagri: ”La bacchettata di Bruxelles sull’Italia e il ddl sull’etichettatura d’origine obbligatoria non è certo una notizia che fa bene all’agricoltura di qualita”, dichiara Erder Mazzocchi, Commissario straordinario Arsial. ”Rammaricano le parole espresse dall’Unione Europea che giudicano ‘inopportuna in questa fase l’adozione di una norma nazionale’ in tema. Stiamo combattendo, in veste di capofila, una battaglia importante per la sicurezza alimentare. Sono convinto che possiamo ancora farcela; attendiamo fiduciosi gli step successivi”. Simile l’appunto di Franco Verrascina, presidente di Copagri: ”La materia dell’etichettatura obbligatoria dell’origine dei prodotti agroalimentari e’ di importanza tale da richiedere il massimo sforzo bipartisan per l’unita’ della politica italiana. Conta solo l’interesse nazionale e, nella fattispecie, quello di un settore che dall’etichettatura ha tutto da guadagnare in termini di competitivita’ sui mercati e di lotta contraffazioni e quello dei consumatori che potrebbero arrivare a scelte davvero sicure e consapevoli”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.