Ue: Corte conferma multa a Francia per pesca pesci fuori taglia


Il Tribunale dell’Unione europea ha confermato oggi la decisione della Commissione Ue che prevede dalla Francia il pagamento di una maxi-multa per non avere ancora completamente adeguato il proprio ordinamento alla normativa Ue in materia di pesca. La Francia è accusata di non aver adottato tutti i provvedimenti necessari in relazione al sistema di controllo della pesca e alle sanzioni per violazioni della normativa comunitaria che disciplina lo sbarco e la commercializzazione di novellame (i pesci di taglia inferiore alla taglia minima legale), in particolare di nasello. La decisione della Commissione risale al marzo 2006, quando Bruxelles – dopo 15 anni e due sentenze della Corte di giustizia europea – impose alla Francia una sanzione di circa 57,77 milioni di euro per ogni periodo di sei mesi a decorrere dall’ultima sentenza di condanna della Corte Ue (che risale al luglio 2005) e fino al completo adempimento degli obblighi comunitari. Questa multa si aggiunge a un importo forfettario di altri 20 milioni di euro, che i giudici europei avevano imposto e che Parigi ha già versato, per la mancata attuazione della prima pronuncia della Corte di giustizia europea che risale al 1991.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.