Ue: Dalli, mangerei carne bovina clonata

”Bisogna ammettere che e’ fallito il negoziato europeo per regolamentare la clonazione nel settore alimentare. Io comunque mangerei senza difficolta’ carne bovina clonata in quanto non c’e’ differenza da quella tradizionale”. Lo assicura il commissario europeo alla salute John Dalli, commentando con i cronisti, oggi a Bruxelles, il mancato accordo dell’ultima chance, tra il Consiglio dei ministri dell’Ue ed il Parlamento europeo – la Commissione ha fatto da mediatore – chiamati a decidere se agevolare o meno i discendenti della ‘Pecora Dolly’ e in generale l’arrivo dei cibi provenienti da animali clonati, sul tavolo degli europei. Senza un accordo definitivo da parte dell’Ue, si azzera la proposta sul tavolo per regolamentare la clonazione alimentare e si potra’ continuare ad importare carne bovina dai partner mondiali senza controlli. Attualmente l’Ue ne importa 300mila tonnellate che rappresentano meno del 5% della produzione europea, pari a 8 milioni di tonnellate. Se la proposta fosse stata accolta – spiega Dalli – sarebbe stata introdotta l’etichettatura sulle carni bovine fresche provenienti da animali clonati, compresa la prima generazione, sia per quelli allevati nell’Ue, sia importati da Paesi terzi. Insomma ”un risultato deludente” – sottolinea il commissario alla salute – in quanto insieme alle regole legate alla clonazione, vengono azzerate anche le misure per rafforzare l’informazione dei consumatori: ad esempio, sia l’etichettatura sui nuovi prodotti (Novel Foods) importati, sia quella sugli integratori alimentari dove sono presenti nanotecnologie. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.