Ue: i fondi per mondo rurale e pesca entro 2020

Comunita europea 2Migliorare la competitività delle piccole e medie imprese, tutelare l’ambiente e le risorse naturali, adattarsi ai cambiamenti climatici e gestire i rischi. Sono questi gli obiettivi a cui andrà la fetta più importante del Fondo agricolo e di sviluppo rurale (Feasr) e del Fondo Ue per gli affari marittimi e la pesca (Feamp) nell’ambito dell’accordo di partenariato Ue-Italia sui Fondi strutturali 2014-2020. Per il prossimo settennato il Feasr avrà a disposizione 10,4 miliardi di euro per finanziare 23 programmi italiani (mancano all’appello solo quelli di Puglia e Abruzzo). Il Feamp potrà invece disporre di 537,3 milioni. Quanto ai Fondi strutturali Ue 2007-2013 (i cui pagamenti si concludono nel 2015) gli esperti comunitari indicano che “il tasso di attuazione per il Fondo di sviluppo rurale é per l’Italia di circa il 70%, rispetto all’80% della media Ue. Le regioni sotto pressione, in quanto in ritardo, sono Abruzzo, Lazio, Basilicata e Campania”.
Per i fondi pesca invece, il ministro per le politiche agricole Maurizio Martina ha indicato che “in alcune regioni, troppe, c’è il rischio di disimpegno”.
Nei futuri Fondi strutturali 2014-2020 la parte del leone la fa l’obiettivo del miglioramento della competitività nelle Pmi del settore agricolo (4,10 mld) e di quello ittico (218,7 mln). Il secondo ammontare più congruo é destinato a preservare e tutelare l’ambiente e l’efficienza delle risorse, con 1,89 miliardi per il Feasr e 215,5 milioni per il Feamp. I progetti di sviluppo rurale per l’adattamento ai cambiamenti climatici, possono contare su un contributo di 1,54 miliardi, mentre per sostenere la transizione verso un’economia a basso tenero di carbonio, sono a disposizione rispettivamente 797,7 milioni e 12,7 milioni di euro. Al Feasr andranno anche contributi per combattere la povertà e la discriminazione (789,2 mln), per rafforzare la ricerca e l’innovazione (441,9 mln), per migliorare le tecnologie della comunicazione (257,9 mln) e per investire in istruzione e formazione (79,4 mln). Infine, per l’occupazione sostenibile, e la mobilità dei lavoratori il fondo agricolo avrà 224,1 milioni, quello ittico 58,1 milioni. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.