Ue: Italia indaga su importazioni riso da Cambogia

riso 6L’Italia ha avviato un’indagine nei confronti delle importazioni di riso nell’Ue proveniente dalla Cambogia, per verificare la regolarità dei presupposti che permettono al Paese asiatico di aumentare le sue esportazioni di riso nell’Ue esenti da dazio. Lo si apprende da fonti comunitarie le quali ricordano che la Cambogia rientra tra i Paesi in via di sviluppo che, in base all’accordo Eba, possono esportare nell’Ue tutti i loro prodotti fuorché le armi. E’ dal dicembre scorso che l’Italia ha denunciato al Consiglio dei ministri dell’agricoltura dell’Ue la difficile situazione, che sta mettendo in ginocchio il settore risicolo in Italia e in Europa, causa l’aumento delle importazioni dai paesi asiatici, in particolare dalla Cambogia. La posizione italiana é sostenuta da Francia, Spagna, Grecia, Portogallo e Bulgaria. Basti pensare che negli ultimi anni Cambogia e Myanmar hanno aumentato gli investimenti nel settore del riso per portare a oltre 5,5 milioni di tonnellate le loro esportazioni di prodotto lavorato, ossia più del doppio del fabbisogno di approvvigionamento dell’Ue. L’indagine italiana si aggiunge al monitoraggio avviato dalla Commissione sulle importazioni di riso in Europa per evidenziare modifiche significative sul livello dei prezzi, a danno dei produttori europei. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.