Ue lancia consultazione pubblica su aiuti di Stato agricoltura

UE bandiera
La Commissione europea ha oggi aperto una consultazione pubblica per conoscere il parere di istituzioni, poteri pubblici, organizzazioni, imprese e cittadini, sulle future regole relative agli aiuti di Stato nei settori dell’agricoltura, delle foreste e delle zone rurali. L’obiettivo: adattare le attuali norme, che hanno una forte incidenza sulla competitività delle imprese, alla Politica agricola comune riformata. L’Esecutivo Ue non ha ancora adottato i testi in attesa di conoscere le posizioni dei principali attori del settore. La consultazione si chiuderà il prossimo 24 marzo, ma già a metà marzo il dossier sarà sul tavolo del Consiglio dei ministri dell’Ue. I tempi sono stretti in quanto il nuovo regime Ue dovrà entrare in vigore il primo luglio 2014, il primo giorno della prossima presidenza italiana dell’Ue. Le nuove norme non riguardano i piccoli aiuti di stato agli agricoltori, cosiddetti ‘de minimis’, per i quali un nuovo regolamento Ue é entrato in vigore il primo gennaio 2014. Il provvedimento permette agli Stati membri di disporre di un maggiore margine di manovra in quanto, senza richiedere la preventiva autorizzazione della Commissione europea, possono concedere su un triennio, ad ogni agricoltore, fino a 15mila euro (invece di 7.500) di aiuti pubblici. E’ salito anche il massimale dell’aiuto per Stato membro, passando dallo 0,75% attuale all’1% del valore della produzione agricola.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.