Ue: Martina, su pomodoro chiesta clausola salvaguardia

Pomodoro industriaL’Italia si mobilita a Bruxelles in difesa del pomodoro nostrano e dei produttori di olio d’oliva. Nello specifico, Roma ha chiesto a Bruxelles “di poter attivare la clausola di salvaguardia” nell’accordo con il Marocco, insieme ad “un innalzamento del prezzo di ritiro” ha riferito il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, a margine del Consiglio dei ministri dell’agricoltura dei 28. “Si tratta di una misura tampone per dare un minimo di equilibrio ad una situazione che equilibrata non è” ha detto Martina, spiegando che “i Paesi del Mediterraneo, in particolare noi e la Spagna, abbiamo posto la questione del settore ortofrutticolo e gli effetti per una produzione cruciale per noi come il pomodoro, a causa di dinamiche che si sono sviluppate, in questo caso con il Marocco e a causa di una variabilità climatica, che ha complicato la situazione”. Sulla proposta dell’import di olio d’oliva extra dalla Tunisia “esprimo preoccupazione su come questa scelta deve essere gestita nelle prossime settimane” ha detto Martina.
“Noi avevamo chiesto – ha precisato il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina – uno scaglionamento per mesi dell’import e di differenziare la quota storica da quella aggiuntiva: tutto ciò allo stato attuale non c’è” ha sottolineato il ministro delle Politiche agricole, assicurando che “noi abbiamo posto la questione oggi e lo faremo anche domani al comitato tecnico”. Il rischio è che “se non si mantiene la differenza di regolamento fra le quantità, si lascia aperta la porta a che questo incremento diventi strutturale” ha aggiunto Martina. “Ci sono degli effetti di scelte politico strategiche che l’Europa sta facendo e che non può pagare l’agricoltura” ha concluso il ministro delle Politiche agricole. (ANSA)

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.