Ue: meno antibiotici nei mangimi per salute uomo e animali

api 3La Commissione europea vuole ridurre il ricorso agli antibiotici nei farmaci veterinari e nei mangimi medicati per combattere la resistenza antimicrobica nell’uomo. Ma vuole anche mettere a disposizione dei produttori più medicinali e a costi minori. Tra le novità, l’introduzione di incentivi per mettere a punto farmaci specifici per quelle specie che ne sono privi: in primo luogo le api, per le quali si tenta di contrastarne la moria. Per la prima volta poi si propone di introdurre le croquette medicate per cani e gatti. Con questi obiettivi, Bruxelles ha adottato due proposte sui medicinali veterinari e sui mangimi medicati: la prima mira a rendere disponibile nell’Ue un numero maggiore di medicinali – anche per le specie acquatiche – per curare e prevenire le malattie degli animali. La seconda, ad aggiornare nell’Ue la legislazione sui mangimi medicati, includendovi quelli per animali da compagnia. L’idea è “di garantire un adeguato livello di qualità e di sicurezza dei prodotti in Europa, aprendo nel contempo la strada a cure migliori per gli animali malati”. Tonio Borg, commissario europeo uscente per la sanità, ha tenuto a sottolineare che “le proposte, seppur imperniate sulla salute e sul benessere degli animali, costituiscono anche un fondamentale passo in avanti per la sanità pubblica in quanto introducono misure che contribuiscono a combattere la crescente minaccia della resistenza antimicrobica (AMR), assicurando l’efficacia degli antibiotici sia per l’uomo che per gli animali”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.